“Ridare la cicuta a Socrate”. Testo di Adele Fraracci e Antonella Presutti dibattuto alla Liberty di Venafro

Con gli alunni del “Giordano” di Venafro

Appuntamento culturale di spessore alla Palazzina Liberty di Venafro, con la presenza preziosa ed interessata di numerosi studenti del “Giordano” di Venafro. Si presentava il pamphlet “ di Adele Fraracci e Antonella Presutti “Ridare la cicuta a Socrate” e la classe discente dell’istituto superiore venafrano è intervenuta numerosa proponendo domande, quesiti e considerazioni alle autrici del testo, a loro volta soddisfatte dell’appuntamento. “In effetti si è trattato -ha spiegato Donata Cagiano, docente del “Giordano”- di una bella serata dedicata alla scuola nel segno della bellezza, partendo dal concetto che bellezza è cultura e cultura e bellezza, cospirazione condivisa al bene comune e al dialogo vigile, che soli convertono e salvano. L’appuntamento alla Liberty è risultato un omaggio corale alle autrici Fraracci e Presutti ed a Venus che offre bellezza”. In effetti l’evento è stato dedicato alla scuola nel segno della bellezza. A promuovere il tutto Venus Verticordia, che ha dato così l’opportunità di apprezzare dal vivo le citate autrici Adele Fraracci, docente di filosofia e storia  e ideatrice di “Caffè Filosofici” a Campobasso, e Antonella Presutti, docente di lettere, scrittrice e presidente della Fondazione “Molise Cultura”. Entrambe hanno dialogato con gli studenti del “Gioirdano” di Venafro, dando vita ad una serata ricca di suggestioni e significativi spunti di riflessione. Non sono mancate nella circostanza le musiche di Luigi Pizzuti e le letture di Vera Cavallaro, psicologa ed attrice di teatro.

                                                                                                           Tonino Atella

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com