Riaperture, molisani combattuti ma prevale la necessità di far tornare le attività a lavorare

Che fosse un argomento molto dibattuto lo si era capito subito. Coprifuoco e riaperture continuano a creare dibattito e scontro anche adesso che la zona gialla ha dato la possibilità a molte attività commerciali di lavorare con i tavolini all’aperto. Anche in Molise i cittadini si sono quasi spaccati a metà tra la paura che le nuove riaperture possano far circolare nuovamente il virus e la possibilità di tornare a vivere e lavorare quasi come una volta. Ne è una dimostrazione il risultato del nostro sondaggio con il quale abbiamo voluto tastare il sentiment della popolazione molisana riguardo uno dei temi di più strettissima attualità alla luce delle nuove disposizioni anti Covid-19 che resteranno in vigore almeno fino al 1 giugno. Il 54% dei cittadini ha convenuto sul fatto che l’economia stia soffrendo e quindi sia necessario consentire alle attività commerciali chiuse da oltre un anno di tornare a lavorare allentando le maglie delle restrizioni. Per contro un 45% dei cittadini, invece, preferirebbe tenere chiuso ancora un po’ tanto da essere favorevole al coprifuoco alle 22 per eliminare quanto più possibile l’incidenza dei contagi e cercare di vivere un’estate “serena” al pari di quella dello scorso anno.