Restano gravi le condizioni dell’operaio caduto, trasferito a San Giovanni Rotondo

Il tecnico precipitato da un'altezza di circa 7 metri è stato inizialmente ricoverato presso il reparto di Rianimazione del Veneziale

Della Valle

VENAFRO

Restano gravi le condizioni dell’operaio di Sant’Antimo – Napoli che ieri, mercoledì 19 dicembre, è precipitato da un’altezza di 7 metri mentre effettuava lavori di realizzazione, rinnovo e ampie manutenzioni della linea elettrica Capriati-Presenzano, nel comune di Venafro, alle dipendenze della ditta CEIE Power, per conto della Terna.  Lo sfortunato operaio, dopo aver trascorso un breve periodo presso la sala rianimazione dell’Ospedale Veneziale dove era ricoverato, durante la notte è stato trasferito, prima all’ospedale di Benevento e successivamente presso l’ospedale di San Giovanni Rotondo. Continuano le indagini dei carabinieri della Stazione di Venafro cha hanno provveduto già a mettere sotto sequestro il cantiere.

La Terna in una nota precisa che «relativamente all’incidente avvenuto ieri al tecnico di una società appaltatrice incaricata della manutenzione della linea elettrica Capriati – Presenzano, nel Comune di Venafro, è profondamente dispiaciuta per l’accaduto, esprime l’augurio di pronta guarigione ed è in ogni caso vicina ai familiari per ogni supporto». E sottolinea che «l’incidente è avvenuto mentre il tecnico stava operando su una struttura di appoggio, utilizzata dalla ditta appaltatrice per questo tipo di attività, posta nelle vicinanze del sostegno al fine di realizzare l’intervento previsto. Non si è quindi verificato alcun cedimento del traliccio».

Della Valle

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli