Relazioni interpersonali e in società, il nuovo appuntamento al Caffè Filosofico

di DORETTA COLOCCIA
Relazioni interpersonali e di società, è stato il tema del secondo incontro del “Caffè filosofico” delle professoresse Adele Fraracci e Simonetta Tassinari.Le relazioni interpersonali si possono apprendere? Quanto conta l’indole individuale, l’esperienza personale e l’educazione?Conta la sincerità o può generare conflitti? Sulle risposte a queste domande si è svolto il dialogo che ha coinvolto il numeroso e attento pubblico.Un incontri ricco di contenuti.Le relazioni interpersonali non sono semplici,la capacità di stabilire relazioni interpersonali non è innata e spesso bisogna imparare ad interagire in modo adeguato con gli altri. Si è ribadito che le relazioni interpersonali sono importanti.L’ essere umano è socievole per natura e questo spiega perché nell’altro cerca un rapporto empatico.L’ empatia è la capacità di mettersi nei panni dell’altro,nel bene e nel male.Sono le relazioni interpersonali che ci danno equilibrio emotivo ma può capitare che nella nostra vita entrino persone che alterano il nostro stato d’animo portandovi il caos . L’incomunicabilità, è stato detto, è basata sul sentimento ,sono i sentimenti che ci danno la motivazione.
Nei rapporti con l’altro è necessario usare l’intelligenza del cuore perché le buone relazioni sono frutto di sforzo e se riusciamo a migliorarle ne gioverà la nostra vita.
I rapporti interpersonali sono regolati non solo dai sentimenti ma anche dai comportamenti e troppo spesso si tende a confondere la libertà con il libero arbitrio dimenticando che certi nostri comportamenti possono portare giovamento a noi ma nuocere ad altri.
Nei rapporti interpersonali è importante saper comunicare, saper esprimere ciò che si pensa e si prova.”Se partiamo dal pregiudizio positivo del valore dell’altro” ha detto la prof.ssa Adele Fraracci ‘la relazione diventa positiva.Noi spesso abbiamo paura di metterci in gioco.Cambiamo le regole del gioco.” Etica della comunicazione.Importanza dell’ascolto empatico,importanza della ragione e del sentimento,sono i pilastri per ottenere rapporti interpersonali ottimali.Si é parlato anche di luci ed ombre della realtà contemporanea che ci fa rapportare all’altro attraverso schermi e chat,una realtà virtuale che nelle relazioni interpersonali non può bastare,abbiamo bisogno dell’odore, degli occhi,dello sguardo.
Un consiglio per gestire i rapporti interpersonali: togliere i filtri, comunicare in modo spontaneo,non prendersi troppo sul serio,essere se stessi,sviluppare l’empatia e l’educazione sentimentale.La prof.ssa Simonetta Tassinari ha concluso con una frase di Eraclito “chi non spera l’inspiegabile non lo troverà mai.”
La vita è un chiaroscuro perenne .Per fortuna ci sono rapporti che illuminano le giornate e le rendono perfette.Bisogna accorgersene e saper ascoltare.E’ tutta qui la differenza tra chi vive il suo tempo e i suoi rapporti con l’altro e chi li spreca.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com