Raid notturno in un bar, denunciato sorvegliato speciale

Pma

REDAZIONE TERMOLI

Amaro risveglio per la proprietaria di un noto bar del piccolo comune molisano. Al momento dell’apertura, infatti, si accorge che durante la notte qualcuno aveva sfondato la porta a vetri della sua attività, mettendola poi a soqquadro.
Immediata la richiesta di intervento ai Carabinieri della Stazione di Termoli, che si sono immediatamente recati sul posto per il primo sopralluogo ed hanno potuto accertare gli ingenti danni provocati alla struttura e l’ammanco di alcune centinaia di euro quale somma incassata con le slot machine.
Dopo aver raccolto la denuncia della donna, non nuova suo malgrado a tali formalità, sono iniziate le indagini che da subito, con un raffronto georeferenziato delle informazioni già in possesso dei Carabinieri, sono state indirizzate nel verso giusto.
Infatti, nel volgere di poche ore, sono state sentite alcune persone e visionate le immagini dei sistemi di videosorveglianza della zona, sia pubblici che privati che hanno consentito di individuare senza alcun dubbio l’autore del furto.
Un 41enne residente nel basso Molise, già noto alle forze dell’ordine e da poco sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di P.S..

L’uomo è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria di Larino, cui risponderà di furto aggravato, per aver divelto gli infissi del piccolo bar, nonché delle sanzioni previste dal Codice Antimafia per chi viola le prescrizioni delle misure di prevenzione personali.
L’immediata risposta dei Carabinieri della Stazione di Termoli, ha ricevuto anche il plauso del primo cittadino di quel Comune, già a conoscenza degli episodi che nel recente passato hanno colpito la piccola attività, si è detto soddisfatto per il risultato conseguito in brevissimo tempo.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli