Raffica di furti nelle case: a Scapoli riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza

Hanno partecipato all’incontro i vertici provinciali delle Forze di Polizia ed i Sindaci dei Comuni di Scapoli, Rocchetta al Volturno, Castel San Vincenzo e Colli al Volturno

Si è tenuta presso la sala consiliare del Comune di Scapoli, una riunione, presieduta dal Prefetto di Isernia, del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza, cui hanno partecipato i vertici provinciali delle Forze di Polizia ed i Sindaci dei Comuni di Scapoli, Rocchetta al Volturno, Castel San Vincenzo e Colli al Volturno. L’incontro, che si è svolto nell’ottica di privilegiare una sinergica collaborazione inter istituzionale sul tema dei furti in appartamento, anche mediante le valutazioni dei Sindaci, prime sentinelle del territorio, ha costituito l’occasione per testimoniare loro la vicinanza dello Stato e delle Forze dell’Ordine, mantenendo e rafforzando il rapporto di fiducia nelle Istituzioni. I recenti episodi di furto in abitazione sono stati, indubbiamente, fonte di preoccupazione per la popolazione, che si sente più vulnerabile e, giustamente, si fa interprete di un bisogno di sicurezza – intesa quale bene, collettivo e personale, necessario per vivere adeguatamente e dignitosamente — rivolgendosi allo Stato e alle Istituzioni deputate per la predisposizione di risposte adeguate al riguardo. Dopo ampio e costruttivo confronto, peraltro molto apprezzato dagli Amministratori locali, è stato confermato l’impegno, già in essere, delle Forze di Polizia nell’azione, sempre più incisiva, volta a prevenire e contrastare tale fattispecie delittuosa. Fattispecie particolarmente odiosa in quanto, oltre a generare un danno economico, produce un forte disagio psicologico nelle vittime, incidendo negativamente sulla percezione del livello di sicurezza da parte della popolazione. È stata, al riguardo, condivisa l’importanza di implementare il ricorso ai sistemi di videosorveglianza. Quest’ultima costituisce, senza dubbio, un’ulteriore, ormai imprescindibile, linea di azione, sia in chiave deterrente, sia per poter fornire un efficace supporto alle Forze dell’Ordine, anche mediante il potenziale collegamento dell’impianto con le centrali operative, consentendo in tal modo un più accurato controllo del territorio, soprattutto in un’ottica di prevenzione, anche mediante la rilevazione delle targhe dei veicoli circolanti.