Radon in Tribunale, stilata la tabella di marcia per la risoluzione del problema

Dalla riunione di ieri è stata fissata la tempistica dei lavori per la riapertura dell'archivio

A seguito dell’apposita riunione tenutasi ieri presso il Tribunale di Isernia, il problema del RADON presente presso l’archivio è stato risolto. In particolare, come da verbale della riunione, sentiti tutti i presenti tra i quali pure il vice-Presidente dell’Ordine Nazionale dei Geologi Dott. Giovine (uno tra i massimi esperti in Italia in materia di RADON) ed il già Presidente dell’Ordine regionale dei Geologi Dott. Angelone, il Presidente del Tribunale Dott. Vincenzo Di Giacomo ha fissato la seguente tempistica:

  1. Relazione a cura dei due Esperti Qualificati Dott.ri Fortunato Pinelli e Alfonso Davide Pinelli relativa ai locali dell’archivio del Tribunale, a titolo gratuito (come da disponibilità apprezzabilmente offerta dagli stessi), da depositarsi nel giro di circa 2-3 giorni e comunque in tempi strettissimi;
  2. determinazioni ARPA ed ASL su detta Relazione;
  3. messa a disposizione degli operai da parte del Comune a titolo gratuito;
  4. aspirazione del gas presente nei locali dell’archivio del Tribunale da parte dei Vigili del Fuoco, tramite apposite pompe e maschere antigas in loro dotazione;
  5. accesso degli operai del Comune nei locali dell’archivio del Tribunale per apposizione retine e apertura finestre;
  6. riapertura dell’archivio e ripresa dell’accesso allo stesso da parte del personale.

Nel frattempo l’archivio del Tribunale resterà chiuso, ma si tratterà appunto di tempi brevissimi. L’ARPA procederà inoltre, sin da subito, agli accertamenti sulla presenza del RADON anche negli altri ambienti del Palazzo di Giustizia a mezzo dei dosimetri a propria disposizione e salva l’acquisizione di dosimetri ulteriori. Gli accertamenti verranno poi estesi anche agli Uffici del Giudice di Pace della provincia di Isernia, diretti sempre dal Presidente Di Giacomo.

Il Presidente del Tribunale ha espresso il suo ringraziamento per l’immediata soluzione del problema a tutti i tecnici presenti, tra i quali i Responsabili ARPA Dott.ri Cerrone e Cristofaro, il Responsabile ASL Dott.ssa Simeone, l’Ing. Zotti dei Vigili del Fuoco, la Dott.ssa Zarrillo per la Prefettura, il Sindaco D’Apollonio e l’Ing. Ricchiuti per il Comune di Isernia, il R.S.P.P. Arch. Di Florio, il R.L.S. Sig.ra Valiante ed il Medico Competente Dr. Kniahynicki, oltre che alle Organizzazioni Sindacali al Dott. Marino al Sig. D’Ascenzo ed all’Ing. Gianfrancesco, alle R.S.U. ed al Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati Avv. Carugno. Un particolare ringraziamento anche al Vice-Presidente dell’Ordine Nazionale dei Geologi Dott. Giovine ed al Dott. Angelone, nonché agli Esperti Qualificati Dott.ri Pinelli, che hanno offerto il loro contributo a titolo gratuito ai fini dell’immediata soluzione del problema, nel superiore interesse dell’Ufficio e del territorio.