Quanto i molisani amano la musica?

di Emanuele Mastronardi

Sono circa 40milioni gli italiani che giornalmente ascoltano musica, ma quanto sono legati nello specifico i molisani alla musica e quali nostri conterranei oggi sono più conosciuti in quest’ambito?

Covid: il caso delle radio

Il Covid ha influenzato in qualche modo il pubblico delle radio; mettendo a confronto i dati relativi al primo semestre 2019 e dati molto più recenti (17 Gennaio 2022), notiamo come Rtl 102.5, prima radio nazionale per audience, sia scesa dalla prima posizione, con 58.000 ascolti giornalieri, alla terza (26.000); al suo posto è salita sul gradino più alto del podio Radio Kiss Kiss (52.000) partendo dalla seconda posizione (44.000).

Radici molisane nella musica internazionale

Sappiamo che la nostra regione è terra d’origine di numerosi cantanti importanti come Fred Bongusto (pseudonimo di Alfredo Antonio Carlo Buongusto, nato il 6 Aprile 1935 a Campobasso e morto l’8 Novembre 2019 a Roma) a cui hanno dedicato una statua nel capoluogo. Un altro nome importante è Nayt (pseudonimo di William Mezzanotte, nato il 9 Novembre 1994 ad Isernia), rapper di successo in particolar modo tra i giovani con ben 800mila ascoltatori mensili medi su Spotify.

Ci sono anche altri artisti che hanno (o avevano) legami parentali in Molise. La prima fra tutti per popolarità è Ariana Grande, nata il 26 Giugno 1993 a Boca Raton: furono i bisnonni paterni ad emigrare da Gildone nel 1912 verso la metropoli di New York City negli Stati Uniti d’America. Molti di noi conoscono la voce di Cristina D’Avena, lei ci ha accompagnato durante la nostra infanzia con le sigle di cartoni animati di successo come “I Puffi” oppure “Sandy dai mille colori”, però non tutti sanno che ha origini molisane: infatti il padre è originario di Termoli. Un nome quasi sconosciuto alle generazioni più giovani è quello di Antonello Venditti, cantautore di successo con una discografia che conta ben 46 album pubblicati, nasce l’8 Marzo 1949 a Roma da padre campolietano.

Approccio dei molisani allo studio della musica

Concentrandosi in particolar modo sul numero di molisani che si stanno approcciando al mondo della musica riporto alcuni dati relativi al numero di iscrizioni al Conservatorio che relazionerò a quelli di tutta Italia. Nell’anno 2020/2021 gli iscritti al Conservatorio del Molise sono stati 259 su una popolazione di circa 294mila abitanti (lo 0,088%). Un dato relativamente grande che ci dimostra come in Molise ci sia abbastanza interesse nei confronti del mondo della musica. Confrontando questi dati con quelli nazionali, è ancor di più evidente questo considerevole attaccamento alla materia musicale, infatti, solo lo 0,041% degli italiani è iscritto ai vari Conservatori sparsi in tutto lo Stato.