PUMS dell’Area Urbana di Campobasso: primo incontro con gli con gli stakeholder

Proseguono gli appuntamenti utili alla definizione del PUMS dell’Area Urbana di Campobasso. Questo pomeriggio, in videoconferenza, si è svolto l’incontro con tutti gli stakeholder interessati. Oggetto della discussione è stata l’analisi delle principali criticità in tema di mobilità e trasporti dell’Area Urbana di Campobasso, nonché il quadro degli obiettivi del PUMS, con la finalità di calibrarli sul contesto urbano e territoriale dell’Area Urbana di Campobasso e raccordarli agli obiettivi generali e alle strategie operative contenute negli altri documenti di pianificazione adottati dalle Amministrazioni. In una seconda fase, in funzione dell’indagine on-line sui cittadini, verranno individuate le priorità degli obiettivi (gerarchia) sulla base di un metodo di valutazione multicriteria con assegnazione di punteggi per macrodimensioni della sostenibilità e per singolo obiettivo. Un PUMS mira a creare un sistema urbano dei trasporti che garantisca a tutti i cittadini opzioni di trasporto che permettano loro di: accedere alle destinazioni ed ai servizi chiave; migliorare le condizioni di sicurezza; ridurre l’inquinamento atmosferico e acustico, le emissioni di gas serra e i consumi energetici; migliorare l’efficienza e l’economicità dei trasporti di persone e merci.

Come è stato detto nel corso dell’incontro, le politiche e le misure definite in un PUMS devono coprire tutte le modalità e le forme di trasporto in ambito urbano e peri‐urbano, ivi compreso pubblico e privato, passeggeri e merci, motorizzato e non motorizzato, gestione degli spostamenti e della sosta e devono contribuire a migliorare l’attrattività del territorio e la qualità dell’ambiente urbano e della città in generale a beneficio dei cittadini, dell’economia e della società nel suo insieme.

I prossimi passi per la definizione del PUMS dell’Area Urbana di Campobasso, prevedono l’avvio di una indagine verso i cittadini per lo studio dei comportamenti di mobilità, le propensioni e gli obiettivi del PUMS stesso.

Verrà inviato agli stakeholder un questionario per definire le priorità tra gli obiettivi del PUMS e verranno avviati tavoli di partecipazione per la definizione dei principali interventi.

Oltre al PUMS dell’Area Urbana di Campobasso, nei prossimi mesi si procederà alla definizione di diversi Piani di settori, ovvero:

1.Piano di bacino sul Trasporto Pubblico Locale urbano;

2.Piano per la mobilità ciclistica (Biciplan);

3.Piano delle merci e della logistica.

Inoltre, nelle ultime settimane il Comune di Campobasso ha ottenuto dal MIT ulteriori risorse per l’implementazione:

4.del Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche;

5.di un ampio Studio sul Traffico e sulla di fattibilità su alcuni nodi critici della viabilità urbana (Ingresso Porta Napoli – Via Trivisonno, Via Mazzini, Via Tiberio – P.le Paltucci, Impatto completamento sopraelevata Via G. Vico – Terminal, Impatto completamento Tangenziale nord P.zzale 1° maggio, Ingresso Via Puglia – Via delle Frasche).

Il Piano di bacino sul Trasporto Pubblico Locale urbano

Il Piano sarà rivolto ad assicurare la mobilità nell’ambito del territorio urbano, favorendo l’accessibilità agli utenti che non possono usufruire di servizi del trasporto individuale, la riduzione dei livelli di congestione del trasporto individuale e il contenimento degli impatti ambientali prodotti dalla mobilità. Il piano costituirà lo strumento di pianificazione del trasporto pubblico locale nell’ambito della procedura di affidamento dei servizi e, in quanto tale, dovrà supportare lo stesso procedimento di affidamento.

Piano per la mobilità ciclistica (Biciplan)

Il Biciplan, previsto dall’art. 6 della legge 11 gennaio 2018 n. 2 “Disposizioni per lo sviluppo della mobilità in bicicletta e la realizzazione della rete nazionale di percorribilità ciclistica”, consentirà di definire gli obiettivi, le strategie e le azioni necessarie a promuovere e intensificare l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto, sia per le esigenze quotidiane che per le attività turistiche e ricreative, e a migliorare la sicurezza dei ciclisti e dei pedoni. Piano delle merci e della logistica Strumento che riguarda specificamente il governo dei processi di distribuzione e trasporto delle merci in ambito urbano e metropolitano in un’ottica di sostenibilità ambientale, al fine di ridurre gli impatti negativi che essi generano. Il piano attraverso un approccio integrato, prevedrà azioni in grado di armonizzare la complessità dei sistemi di trasporto urbano, l’interdipendenza fra le differenti modalità di trasporto, i limiti spaziali dell’ambiente urbano e di incentivare la cooperazione tra i diversi stakeholder, al fine di sviluppare infrastrutture e servizi di trasporto e consolidare il raccordo tra politiche dei trasporti, politiche ambientali e politiche industriali.