Psicologia e Psicoanalisi, “Contro Lacan” l’ultimo libro di Amedeo Caruso

Grande successo di pubblico alla presentazione del libro “Contro Lacan” di Amedeo Caruso al Fogolar Furlan di Roma il 2 ottobre 2019. Alla serata presso la Sala Italia dell’UNAR, hanno partecipato psicologi, psicoanalisti, medici e simpatizzanti del Centro Studi Psiche Arte e Società e del Fogolar Furlan. Didattica e assai divertente la proiezione del videomontaggio (a cura di Psicofuturisticafilm) Lacan n’est pas furlan. Un brindisi con inno alla salute psicologica ha riunito le diverse parti convenute per un gradevole e culturale “processo” al famoso psicoanalista francese, pacificando accusa, difesa, testimoni e giuria. Particolarmente ironica la “confessione” del pentito lacaniano. Auguriamoci che il libro venga diffuso e letto come merita.

Contro Lacan di Amedeo Caruso
Lithos Editore, Roma, 2019

Un’indagine dentro e fuori il lettino di Lacan, affollato di mogli, amanti, figlie grate e figlie adirate, un genero che funge da delfino, diversi discepoli fedeli e alcuni seguaci tartufi, una biografa autorevole ed esegeti da operetta, imitatori da strapazzo e veri comici geniali, pazienti riconoscenti,
epigoni italiani tra chiesa, tribunale e divano, replicanti logodiarroici, interpreti sagaci. Tutto quello che avreste voluto dire contro Lacan e non avete mai osato fare. Tutto quello che avete pensato di Lacan e non siete mai riusciti a scrivere. Tutto quello che vi piacerebbe sapere di Lacan
lo scoprirete in questo libello. Questo pamphlet, che intende far luce sullo psicoanalista francese più oscuro del mondo, è anche una difesa psicofuturista della scoperta freudiana dell’inconscio e delle sue applicazioni terapeutiche. I lettori sono invitati a un appassionato e “ferrato” tragitto nel continente Lacan, per scoprire il suo pensiero, anche attraverso una visita nella cerchia dei suoi successori, scimmiottatori,
ed anche sulle orme dei più bravi lacanologi del nostro tempo, come Sergio Benvenuto e Slavoj Žižek. Un divertente e rapido viaggio-studio psicoanalitico sempre sui binari, senza discorsi da treno.

Notizie sull’autore

Amedeo Caruso, medico-chirurgo specialista in medicina interna, psicoterapeuta, esperto in bioetica, è presidente del Centro Studi Psiche Arte e Società e direttore responsabile della rivista omonima. Ha al suo attivo quattordici di libri sull’arte della psicoterapia e sulla psicoanalisi dell’arte, tra cui ricordiamo Psiche istruzioni per l’uso e La psicoanalisi all’Opera e il più recente Contro Lacan (2019). Ha fondato il Movimento Psicofuturista nel 2009, le cui proposte e tematiche sono espresse nei libri:
Manifesto del movimento psicofuturista, Diario Psicofuturista e Così parlò lo psicofuturista. Sua passione predominante, insieme alla medicina, alla psicoterapia e al giornalismo, è il cinema, al quale ha dedicato la trilogia Pazzi per il cinema, Regie dell’inconscio e Trancelluloide, il primo
dizionario al mondo di cinema e ipnosi.

Per il Quotidiano del Molise ha tenuto una finestra psicologica per un paio d’anni, sfociata poi in un testo intitolato Psicopatologie sul Quotidiano, contenente una parte significativa delle domande e risposte pubblicate sull’importante giornale molisano. È esperto in ipnosi medica, autore del libro Viaggio nell’ipnosi, psicoterapia creativa, ed è stato allievo del prof. Ernst Rossi, uno degli allievi più rinomati del mitico psichiatra Milton Erickson, il medico americano che ha rispolverato con risultati sorprendenti l’ipnosi dopo Freud ed è stato il vero padre dell’odierna psicoterapia strategica.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com