Professor Cogliati torna a colpire con una doppietta: il Campobasso strappa tre punti pesantissimi a Fiuggi (2-1)

Condizioni impossibili, campo pesante per novanta lunghi minuti, le difficoltà nel creare gioco. Eppure il Campobasso dimostra di avere, oltre alle qualità indiscusse, anche un cuore gigante. La vittoria di Fiuggi con sofferenza finale annessa è un’altra pietra preziosa nel cammino dei Lupi, giunti ad una quarta vittoria consecutiva che fortifica la vetta. Tanti gli spunti positivi provenienti dal pantano laziale. Il ritorno al gol di Cogliati, la solidità di una mediana che dà protezione ad un reparto difensivo messo alle corde solo nell’ultima porzione di gara. E tanta, tanta grinta, necessaria per venire a capo di un undici di Incocciati mai domo.

Buon avvio dei Lupi. Formazione annunciata per il Campobasso con il tridente Cogliati-Di Domenicantonio-Zammarchi. Nessuna pedina differente negli altri reparti, così come è collaudato l’approccio positivo delle ultime uscite nonostante un campo ai limiti della praticabilità. Al 3′ Cogliati entra in area da sinistra aprendo il taccuino di giornata: i rossoblù, oggi in casacca olandese chiedono il rigore dopo l’atterramento sospetto ma l’arbitro lascia correre. L’avvio promettente è confermato al 13′: Candellori pennella al centro, irrompe proprio Cogliati che torna al gol dopo il poker al Notaresco. Per il ‘professore’ arriva anche la dedica all’infortunato e sfortunato Caricati con una maglietta sulla quale spicca la scritta “Forza Simo”. Fiuggi di Incocciati (oggi squalificato) minaccioso di risposta al 17′ con un tiro cross velenoso di Foglia non raggiunto per un soffio da Tornatore a centro area. Replica Lupo al 34′ sull’asse Zammarchi-Cogliati: nessuno riceve il cross basso del numero nove rossoblù. Vicinissimo al raddoppio il Campobasso al 38′: punizione di Candellori respinta, raccoglie Vanzan che centra in pieno la traversa con un fendente dalla distanza. E’ l’ultimo sussulto in un primo tempo ben condotto dai ragazzi di Cudini.

Una battaglia condotta su un campo impossibile. Squadre guardinghe ad inizio ripresa, con crescenti difficoltà nel creare gioco su un campo pesantissimo. All’8′ Fiuggi pericoloso su tiro di Esposito dal limite: Piga attento respinge. Ma è un Campobasso cinico e spietato, che sente la preda aspettando il momento giusto per castigare l’avversario. Lo fa 20′ con una galoppata di Fabriani, bravo nel recupero palla e nel servire Cogliati: dribbling a rientrare e destro secco sul primo palo. Sembra fatta ma una distrazione della difesa al 78′ costa cara al Lupo: Gaetani raccoglie indisturbato a centro area e in conclusione volante insacca alle spalle di Piga. Un episodio che sposta l’inerzia del match. Il Fiuggi ci crede e si affida alla combo palla lunga-calci piazzati per scardinare la difesa di un Campobasso che accusa comprensibile stanchezza dopo la lunga serie di gare ravvicinate. Due minuti dopo spavento su una mischia in area e un colpo di testa che Piga blocca in due tempi. Entrano Ladu e Tenkorang per consegnare forze fresche ad una squadra costretta a remare in condizioni atmosferiche e di campo quasi impossibili. Altra minaccia, la più concreta, all’85’, quando il ficcante Gaetani scappa via sul filo del fuorigioco, l’assist è per Foglia che spara alto. Brivido lungo la schiena di squadra e tifosi, forse l’ultimo, data la gestione impeccabile del recupero che spiana la strada ad un successo fondamentale. Gli abbracci al centro del campo a fine gara testimoniano la sofferenza e l’unione di un gruppo che non smette mai di stupire. L.L.

ATL. FIUGGI (4-4-2): Novi (59’Atzeni), Marianelli, Papaserio, Del Duca, Forgione (59’Gaetani), Tornatore (59’Rizzitelli), Foglia, Proia (79’Tucci), Cifarelli, Esposito, Frabotta. A disposizione: Basilico, Moriconi, Lo Duca, Tajani, Turzo. Allenatore: Fabrizio Romondini (sq. Incocciati)

CAMPOBASSO (4-3-3): Piga, Fabriani, Vanzan, Brenci, Menna, Dalmazzi, Bontà, Candellori, Cogliati, Di Domenicantonio (71′ Tenkorang), Zammarchi (82’Ladu). A disposizione: Raccichini, Sbardella, Martino, Capuozzo, Mancini, Fruscella, Vitali. Allenatore: Mirko Cudini

Arbitro: Arcidiacono di Acireale

MARCATORI: 13′ e 65′ Cogliati, 78′ Gaetani