Primo maggio, sindacati in piazza: l’Italia si cura con il lavoro (VIDEO E GALLERIA FOTOGRAFICA)

Primo Maggio, Cgil, Cisl e Uil hanno ricordato, dinanzi alla Prefettura di Campobasso le difficoltà legate, soprattutto anche a causa della pandemia, al mondo del lavoro. I sindacalisti Boccardo, De Socio e Notaro hanno chiesto, in questo periodo così difficile, maggiore coesione, in vista dell’attivazione degli strumenti che dovrebbero far ripartire l’economia del Paese dopo la pandemia legata alla diffusione del Covid. «È un momento difficilissimo per il mondo del lavoro,soprattutto per il Molise. Oggi si celebra la festa dei lavoratori che hanno garantito diritti e servizi durante questa pandemia. 1200 posti si sono persi, non dimentichiamolo. Le risorse devono essere utilizzate per creare nuova occupazione. A rischio anche le grandi imprese. Ci vogliono investimenti pubblici e privati. E devono crescere i redditi. Ci vuole lavoro di qualità ben pagato. Dobbiamo dare segnali di speranza in vista della ripartenza. Del resto i numeri della cassa integrazione e dei posti di lavoro persi sono drammatici. Noi dobbiamo dare segnali di unità. Ci sarà tempo per altro. Ora bisogna lavorare tutti insieme. Da questa crisi non si esce soli. L’Italia si cura con l lavoro».