Primarie Pd, un isernino finisce su Repubblica

Pubblicata l’indagine condotta da Fabio Serricchio per comprendere a quali sfide dovrà rispondere il neo segretario Zingaretti

Un’indagine politica che ha meritato la ribalta nazionale, finendo addirittura sulle colonne del quotidiano “La Repubblica”. La ricerca in questione vede protagonista Fabio Serricchio, docente isernino dell’Università del Molise e politologo autore di numerosi saggi. All’indomani delle Primarie del Partito Democratico il prestigioso quotidiano ha deciso di pubblicare l’inchiesta condotta da “Candidate and Leader Selection”, gruppo di ricerca di cui lo stesso Fabio Serricchio (Unimol) insieme a Stefano Rombi (Università di Cagliari) sono coordinatori. L’attività del gruppo di ricerca si concentra in particolare sulla democrazia interna ai partiti politici. Da quasi 15 anni CLS è attivo nello studio delle elezioni primarie in Italia e in prospettiva comparata. Questa volta l’attenzione è stata posta su le sfide a cui sarà chiamato il nuovo segretario del Partito Democratico, Nicola Zingaretti. Europa, welfare e immigrati sono questi i temi più cari agli italiani di centrosinistra e per i quali chiedono una risposta concreta al neo segretario. La rilevazione è stata condotta il 3 marzo 2019 da 138 intervistatori (metodo interviste: face to face). Il campione è composto da 2509 casi ed è stato disegnato in base alla distribuzione regionale dei votanti alle elezioni primarie per l’elezione del segretario del PD del 2017. Il sondaggio, utilizzato anche per l’articolo di Diamanti, nota penna del quotidiano, è stato pubblicato nell’edizione di ieri, 5 marzo, a pagina sette.

«Le primarie appena archiviate offrono numerosi spunti di riflessione – si legge nell’articolo pubblicato da Repubblica – : dalla “tenuta” dei numeri della partecipazione ai segnali su piccoli quanto significativi cambiamenti nel profilo dei selettori rispetto a poco più di un anno fa: un po’ più istruiti, un po’ più di sinistra, sempre parecchio interessati alla politica e, anche a causa dell’elevata età media, ancora propensi a informarsi soprattutto tramite canali “tradizionali”: televisione, giornali e partito, mettendo in secondo piano internet e social.

I nostri dati – continua Serricchio su Repubblica – , raccolti da CLS grazie all’impegno di un consolidato gruppo di ricerca e al coinvolgimento di oltre 130 rilevatori, ci consentono di avanzare ulteriori riflessioni su quelle che potrebbero essere le tematiche in agenda nei prossimi mesi e dunque altrettante sfide che il nuovo segretario Zingaretti, e con lui l’intero gruppo dirigente del PD, dovrà affrontare, su tutte: Europa, welfare e gestione dell’immigrazione.

Le interviste, raccolte in tutta Italia nei seggi attivi domenica 3 marzo, raccontano di un popolo di centrosinistra convintamente europeista (quasi unanime tra gli intervistati la considerazione che l’appartenenza dell’Italia alla Ue sia un elemento positivo), favorevole all’apertura delle frontiere (per il 58% del campione l’Italia potrebbe facilmente accogliere più immigrati) e pronto a sostenere un maggior carico fiscale a patto che questo conduca a servizi migliori: ben il 64% ritiene giusto avere uno stato sociale più efficiente anche a costo di vedersi aumentare la tassazione.

Si tratta solo di alcune limitate issue che, tuttavia, potrebbero costituire l’ossatura di un’agenda politica nuova, alternativa a quella dei “sovranisti” (anche di sinistra). E ad osservare il voto espresso dal popolo delle primarie alle politiche di un anno fa, qualche margine di manovra sembra esserci: se il 77,8% aveva votato PD, l’8,6% aveva preferito LeU, il 4,5% +Europa e solo il 2,3% il M5S. Un po’ poco per proporsi sul mercato elettorale con la concreta ambizione di intercettare i delusi che scelsero il partito fondato da Grillo, abbastanza – probabilmente – per ricomporre con i “dissidenti” di sinistra. Il primo banco di prova non è affatto lontano: le elezioni europee sono, infatti, alle porte».

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com