Presentato a Campomarino il report sulla qualità dell’aria

In base al report del 1° semestre di rilevazioni, la qualità dell’aria nel Comune è eccellente



Arrivato nelle mani del comune il report Wiseair sulla qualità dell’aria nei primi sei mesi di monitoraggio, presentato anche ai cittadini.
A Dicembre 2021 l’amministrazione di Campomarino si è affidata a Wiseair per monitorare lo stato dell’aria sul territorio del comune.
I dati raccolti dai tre sensori Wiseair, installati in Via San Benedetto, Via Sandro Pertini e Via Kennedy hanno permesso all’amministrazione e ai cittadini di monitorare la qualità dell’aria in tempo reale durante questi mesi e permettono oggi di condividere delle analisi più complete sull’andamento delle concentrazioni su tutto il primo semestre di rilevazioni.

Analisi utili all’amministrazione per riflettere su eventuali approfondimenti da sviluppare insieme a Wiseair ma soprattutto per comunicare trasparentemente con i cittadini e riuscire a valorizzare al meglio la qualità dell’aria di Campomarino che, attualmente, può essere definita un parametro di eccellenza per il territorio.


L’infrastruttura di sensori Wiseair è in grado di rilevare e comunicare i seguenti dati ambientali:
Particolato atmosferico (PM10, PM4, PM2.5, PM1);
Temperatura; Umidità relativa.
Qui di seguito il grafico riportante l’andamento della qualità dell’aria a Campomarino da Dicembre 2021 a Giugno 2022 sulla base del WiseIndex, un indice qualitativo espresso su una scala da 0 a 100 che identifica tre fasce di valutazione del dato calcolate sulla base degli standard europei (EEA e OMS) a tutela della salute dei cittadini.


Riportiamo una legenda per permettere a ogni cittadino di valutare autonomamente lo stato dell’aria nel comune:
Fascia verde (WiseIndex tra 0 e 50): le concentrazioni risultano sotto il limite imposto dalla normativa. L’aria è pulita e non ha impatto sulla salute dei cittadini.
Fascia gialla (WiseIndex tra 50 e 70): le concentrazioni risultano a cavallo del limite imposto dalla normativa. L’aria non è pulita e si può migliorare.
Fascia rossa (WiseIndex tra 70 e 100): le concentrazioni risultano superiori ai limiti imposti dalla normativa. Se il colore rosso si presenta per lunghi periodi di tempo consecutivi è necessario un approfondimento.


È possibile osservare che, nonostante i mesi invernali siano quelli in cui generalmente si registrano picchi più alti di concentrazioni, a Campomarino non è stato registrato alcun giorno in fascia rossa e solo una piccola percentuale delle giornate invernali ha raggiunto la fascia gialla.
Le parole dell’amministrazione sull’andamento e sul futuro del progetto: “Comunichiamo con piacere che, in base al report del 1° semestre di rilevazioni, la qualità dell’aria nel nostro Comune è eccellente! siamo soddisfatti di questo risultato soprattutto in base a quanto rilevato dal sensore in Via Sandro Pertini posto in area molto vicina alla zona industriale. Entro la fine di quest’anno implementeremo il servizio con un ulteriore sensore (per un totale di 4) per una rilevazione ancora più puntuale e accurata. Questo dato statistico dell’aria pulita è importante anche per continuare a garantire il riconoscimento della Bandiera Blu 2023.
Questa amministrazione è molto sensibile alle tematiche ambientali e questo risultato ci rende orgogliosi del territorio in cui viviamo e che ospita tantissimi turisti.”
Assessore all’Ambiente Arch. Anna Pollace