Presentata la 53esima stagione degli Amici della Musica De Angelis: al Savoia l’Orchestra Antonio Vivaldi e il violinista Nordio

Presentata al Teatro Savoia la 53esima edizione della stagione concertistica, organizzata dall’Associazione Amici della Musica Walter De Angelis. Il programma molto ricco, con 22 appuntamenti allestiti dalla direttrice artistica, Antonella De Angelis è stato presentato dall’assessore alla Cultura del Comune di Campobasso, Paola Felice, dal direttore della Fondazione Molise Cultura, Sandro Arco e dal Segretario degli Amici della Musica, Sabatino Del Sordo. Il primo appuntamento della stagione si svolgerà sabato 9 ottobre con il concerto dell’Orchestra Antonio Vivaldi di Venezia guidata da Domenico Nordio, direttore e violino solista e si concluderà alla fine da marzo del 2022 con il pianista Giuseppe Albanese. Il  programma di sabato spazia da Mendelssohn a Schubert fino a Britten e verrà eseguito dai musicisti dell’Orchestra Antonio Vivaldi di Venezia, tutti solisti e vincitori di numerosi premi internazionali. La compagine è stata costituita dal violinista Guglielmo De Stasio nel 2017 per dare vita ad un gruppo d’archi di altissimo livello con l’obiettivo di far rivivere la tradizione della scuola d’archi veneta rinomata nel mondo per la sua particolare cantabilità nell’uso dell’arco. Ha al suo attivo numerose collaborazioni con solisti ospiti di fama internazionale quali Martha Argerich, Sergej Nakariakov. Domenico Nordio è uno dei più acclamati musicisti italiani del nostro tempo ed è già stato ospite degli Amici della Musica. “La cultura e con essa la musica, in questo momento rappresentano qualcosa che può far risalire la speranza e riaprire le emozioni bloccate dalla pandemia. – ha spiegato la direttrice artistica Antonella De Angelis – Credere nella cultura significare fare del bene a tutti. Quest’anno riprendiamo alcuni concerti della stagione scorsa, che purtroppo furono annullati proprio a causa dell’emergenza sanitaria, cercando di offrire per questa cinquantatreesima edizione una proposta eterogena che ci auguriamo possa essere gradita a tutti gli appassionati di musica. Si esibiranno artisti di grande levatura quali Domenico Nordio, la pianista Claire Huangci, lo storico Quartetto di Venezia, il Premio Busoni del 2019 Emanuil Ivanov, i Gomalan Brass Quintett, il Quartetto Latino Americano, il pianista Filippo Gamba e ensemble cameristici con prime parti di orchestre prestigiose come Simonide Braconi e Fabrizio Meloni dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, Francesco Di Rosa dell’Accademia di Santa Cecilia e Giampaolo Pretto dell’Orchestra della Rai”. “La cultura in città è ripartita in sicurezza sin da giugno, in modo programmato, fungendo da traino anche per le esperienze turistiche che hanno fatto registrare numeri interessanti su tutto il territorio. – ha dichiarato l’assessore alla Cultura del Comune di Campobasso, Paola Felice – La stessa associazione degli Amici della Musica De Angelis anche in questa estate, che ci siamo appena messi alle spalle, ha contribuito a dare qualità e interesse ai cartelloni degli eventi culturali che la nostra Amministrazione ha predisposto e che ci portano con ancora maggiore convinzione e fiducia a sostenere quella che sarà, lo speriamo tutti intensamente, la stagione della rinascita, della fruizione e della cultura in presenza, nei teatri e nei luoghi deputati alla condivisione della bellezza artistica”. “La nostra presenza come Molise cultura – ha affermato il direttore della Fondazione Molise Cultura, Sandro Arco – non è occasionale, ma è il segno di una grande, serrata e proficua collaborazione che ormai da anni prosegue con Gli Amici della Musica Walter De Angelis. Il concerto di sabato prossimo segna l’apertura della stagione, ma soprattutto la ripresa delle attività concertistiche, teatrali e delle attività culturali in genere. Come Fondazione ci lega con gli Amici della Musica una stima per la qualità della proposta artistica portata avanti in questa città da oltre 50 anni con artisti di fama nazionale e internazionale. Non dobbiamo dimenticare che la nostra Fondazione e le associazioni culturali rientrano nel sistema del welfare culturale. Noi siamo un servizio rivolto alla città per far crescere la cultura. Siamo felici di dare una mano mettendo a disposizione anche le  nostre maestranze tecniche a sostegno della 53esima stagione degli Amici della Musica”.