Premi di produttività, il sindaco sospende la determina

Nuovo colpo di scena: il primo cittadino ha stoppato il provvedimento del dirigente

Una vicenda senza fine quella dei premi di produttività pregressi attesi da anni dai dipendenti del Comune di Isernia, con il sindaco, Giacomo d’Apollonio, che, attraverso il decreto n. 6 del 23 maggio, nella giornata di ieri ha sospeso la determinazione dirigenziale numero 49 dello scorso maggio, con cui si autorizzava il pagamento solo per i dipendenti del settore “Ragioneria e Finanza”, riguardo ai premi di produttività. Per gli altri, circa cento dipendenti, invece, il dirigente ha ritenuto di non procedere alla liquidazione della produttività in quanto «non ricorrono tutte le condizioni legittimanti l’erogazione di trattamenti accessori in favore del personale dipendente».
«Leggendo la determinazione del responsabile delle Risorse Umane, si evince che per gli altri impiegati, invece, le schede di valutazione non sarebbero regolari.

L’esclusione dei dipendenti dei Settori 3°, 4° e 5° è avvenuta perché i soggetti valutatori e redattori delle schede di valutazione non possedevano la qualifica di dirigente, nonostante, negli anni passati questi, per conto del Comune di Isernia (non di nascosto), hanno assunto atti dirigenziali seguendo le direttive dello stesso ente municipale». Aveva dichiarato Feliciantonio Di Schiavi, responsabile provinciale Cisl Fp, che aveva apprezzato l’intervento del sindaco d’Apollonio e dell’assessore al ramo, Linda Dall’Olio che, nei giorni antecedenti alla determinazione dirigenziale, attraverso una nota stampa, avevano chiesto pubblicamente al dirigente di risolvere il problema nel più breve tempo possibile. Dirigente che, come si evince dalla determinazione sopracitata, ha deciso di sbloccare solo parte dei fondi. Una scelta che, però, non è in sintonia con il primo cittadino, il quale, ha “impugnato” il provvedimento, sospendendolo in quanto «non in linea con la deliberazione di giunta n. 59 del 15/3/19, adottata con i pareri favorevoli di regolarità tecnica e contabile del dirigente del 1° settore, vennero fornite disposizioni tese alla liquidazione dei compensi per produttività in favore dei dipendenti comunali, relativi agli anni 2012, 2013 e 2014 – si legge nel decreto del sindaco –. Si ritiene che determinazione presenti numerosi aspetti che destano non poche perplessità e vanno quindi opportunamente approfonditi».

A breve, comunque, il dirigente comunale sarà convocato dall’amministrazione per approfondire la questione e trovare una soluzione condivisa. I dipendenti, intanto, sono in attesa che la situazione si sblocchi. Il prossimo 28 maggio ci sarà un’assemblea del personale in cui si deciderà il dà farsi. Tra le ipotesi anche la possibilità che gli stessi incrocino le braccia.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com