Poste, 45 giorni per consegnare un plico da Isernia a Venafro

La spedizione, partita il 7 dicembre 2019 da Isernia Centrale, consegnata al destinatario il 21 gennaio 2020

Poste Italiane lumache? A rilento? È dire poco, stando alla vicenda che segue. Il 7 dicembre dell’anno scorso un pensionato dell’isernino autore di un simpatico racconto spedisce da Isernia Centrale di Poste Italiane un plico col sistema del “piego libri”, contenente il proprio lavoro editoriale. La destinazione del “piego libri”, sistema economico con cui si è soliti far viaggiare i libri, è Venafro, ma si chiudono le scuole per il lungo ponte festivo di fine/inizio anno, arriva Natale 2019, si festeggia Capodanno 2020, quindi la Befana, trascorrono tutte le feste, si torna a scuola, ma del “povero” libro spedito dal capoluogo pentro non si hanno più tracce ed a Venafro il destinatario continua ad aspettare senza ricevere nulla. Plico sparito e “piego libri” disperso! Finalmente, ma solo il 21 gennaio del nuovo anno, ossia 45 giorni dopo la spedizione, il postino consegna a Venafro il “piego libri” partito da Isernia l’anno precedente e la vicenda si conclude col recapito del tanto atteso pacchetto, anche se totalmente … fuori tempo massimo! A questo punto è ovvia la domanda: è normale tutto questo o c’è qualcosa che non va? Noi, ad onor del vero, la risposta pensiamo di averla, ma preferiamo lasciare che sia il lettore a tirare le conclusioni, giudicando in tutta tranquillità. Intanto pare di sentirle le tesi a difesa dell’incredibile vicenda: «È normale quanto accaduto, in quanto si è trattato di “piego libri” con affrancatura normale, ossia dal costo contenuto di euro 1,28. Bisognava spedire come plico raccomandato». No, non pensiamo proprio che tale eventuale risposta a difesa sia giusta, considerato che comunque la si metta sono stati necessari ben 45 (quarantacinque) giorni perché un pacchetto imbucato ad Isernia il 7-12-2019 venisse consegnato a Venafro il 21-1-2020. Perciò quel “lumache” iniziale riferito nella circostanza a Poste Italiane, riteniamo sia assolutamente giusto e sacrosanto.

Tonino Atella                                   

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com