Poliziotti in piazza: «Il Governo salvaguardi i nostri diritti, rischiamo la vita ogni giorno»

Questa mattina (29 ottobre) anche a Campobasso la manifestazione nazionale indetta dal sindacato della Polizia di Stato, Coisp

Dignità, incolumità e riconoscimento della professionalità dei poliziotti. Questi e molti altri ancora i motivi che hanno spinto (a livello nazionale) il sindacato indipendente della Polizia di Stato Coisp a scendere in piazza e scegliere un presidio di governo per manifestare dissenso. In piazza Prefettura a Campobasso erano riuniti gli iscritti e i simpatizzanti del sindacato, con loro il segretario generale provinciale Ispettore Peppino Pica e il segretario generale regionale Sostituto Commissario Gianni Alfano. A loro abbiamo chiesto i motivi che hanno indotto l’organizzazione sindacale a scendere fra la gente e parlare di diritto alla tutela da parte dello Stato, ad un contratto di lavoro correlato ai rischi che comporta la professione, al pagamento equo del lavoro svolto e ad un equipaggiamento che salvaguardi al meglio l’incolumità degli operatori della Pubblica Sicurezza. In segno di solidarietà erano presenti al sit-in anche il consigliere regionale Nico Romagnuolo e il Sottosegretario in Consiglio regionale, Quintino Pallante.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com