Poietika Art Festival, in anteprima italiana la scrittrice di “Nomadland” Jessica Bruder

In attesa dell’apertura prevista questa sera della sesta edizione di Poietika Art Festival con il dialogo on line tra lo scrittore e giornalista statunitense David Quammen e la professoressa  Fabrizia Abate, docente di Filosofia Morale dell’Università degli Studi del Molise, sul tema “Segnare le distanze: il virus che ci ha divisi” in programma alle 18.00 presso l’Auditorium del Palazzo Gil a Campobasso (diretta streaming sulla pagina Facebook di Poietika) e con il concerto dei Lovesick Duo,  formazione che attinge al rock’n’roll, al country e allo swing americano anni ’40 a ’50, si invia il comunicato relativo alle attività prevista domani 14 ottobre 2021. Da oggi inoltre apre il laboratorio permanente di disegno e illustrazione dell’artista campobassana Alessandra Jevo attivo fino a domenica 17 ottobre. 

IL PROGRAMMA

La seconda giornata di Poietika Art Festival 2021 si apre alle ore 16,30 con l’incontro sul tema “Poesia dal non dove” con il poeta termolese Michele Paladino nell’auditorium del Palazzo Gil a Campobasso. Le sue poesie, saggi e racconti sono pubblicate in diverse riviste online, tra cui Inverso, Suite Italiana, Salmuria, e Dissipa Tu. Nel maggio 2021 per Fallone Editore pubblica “Breviario delle aberrazioni”, opera prima che che suscitato grande interesse nel panorama italiano.

Alle ore 18,30 il Teatro Savoia in anteprima italiana ospiterà Jessica Bruder, giornalista e scrittrice nata nel New Jersey. Il suo libro “Nomadland: un racconto d’inchiesta” (2017) è stato scelto da Frances McDormand e Peter Spears come sceneggiatura per l’omonimo film diretto da Chloé Zhao e che vede la partecipazione di David Strathairn, Linda May e Charlene Swankie. Il film ha vinto il Leone d’oroalla77ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia,  il Golden Globe per il miglior film drammatico e per miglior regista e tre premi Oscar, rispettivamente per il miglior film, miglior regia e migliore attrice protagonista. Jessica Bruder sarà ospite di Poietika dialogando con il curatore della kermesse Valentino Campo, per raccontare la sua inchiesta, realizzata vivendo per mesi in un camper, documentando gli americani itineranti costretti da bassi salari e alti affitti ad abbandonare le abitazioni tradizionali per mettersi in viaggio a tempo pieno alla ricerca di lavoro. Un progetto durato tre anni e più di 15.000 miglia di guida, da costa a costa e dal Messico al confine con il Canada. 

Poietika Art Festival è finanziato dalla Regione Molise e realizzato dalla Fondazione Molise Cultura nell’ambito del progetto “ Un Patto per lo Sviluppo della Regione Molise”, con il patrocinio del Comune di Campobasso e dell’Università degli Studi del Molise.

Ingressi gratuiti su prenotazione.