Pnalm, Giovanni Cannata verso la presidenza

L’Abruzzo ha designato l’ex rettore dell’Unimol per guidare l’area protetta. Ancora nessun nome da Molise e Lazio

REDAZIONE
ISERNIA

È l’ex Rettore dell’Università del Molise, il professor Giovanni Cannata, la persona designata dal governatore abruzzese, Marco Marsilio, a ricoprire l’incarico di Presidente del Pnalm, Parco Nazionale Abruzzo, Lazio e Molise. La nomina è avvenuta in contemporanea con quella per la guida del Parco della Majella, per cui è stato designato il professor Lucio Zazzara.
«Mi auguro che ora il ministro Costa concluda nel più breve tempo possibile la procedura per il decreto di nomina, e che la nomina dei due presidenti nella pienezza dei loro poteri dopo tanto tempo, possa costituire, per i parchi abruzzesi, un nuovo inizio, realizzando l’obiettivo di farne un volano decisivo per lo sviluppo del territorio», ha dichiarato il presidente Marsilio.
Ora si attendono anche le designazioni da parte di Lazio e Molise. Successivamente, dopo le audizioni in Commissione Ambiente di Camera e Senato, sarà, il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, a nominare il sostituito di Antonio Carrara, attuale numero uno del Pnalm, il cui mandato è già scaduto da diversi mesi. Il ministro potrà confermare le designazioni provenienti dalle Regioni, ma potrà anche prendere decisioni autonome. Cosa farà il Molise dinanzi alla scelta della Regione Abruzzo? A Palazzo Vitale nessuno sarebbe stato a conoscenza di tale designazione e, ad oggi, il versante molisano ancora ha le idee poco chiare sul nominativo da indicare. Cannata, molisano d’adozione, potrebbe essere personaggio gradito anche dai vertici di via Genova. Non è escluso, dunque, che possa esserci una convergenza su questo nome. Del resto Cannata ha già un esperienza nel Parco: dal 2007 al 2012 è stato un componente del Consiglio direttivo. Di esperienza ne ha da vendere. Il suo curriculum vitae vanta tantissimi incarichi e posti di rilievo. Oltre a essere stato Rettore dell’Università degli Studi del Molise, nel corso degli ultimi venti anni è stato anche vice presidente della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, componente del Consiglio Universitario Nazionale; socio dell’Accademia Italiana di Scienze Forestali, presidente del Comitato Tecnico Interministeriale per la Montagna, istituito presso il CIPE, componente del Consiglio Direttivo del Comitato Italiano dell’Unicef e dal 2012 è presidente del conservatorio “Perosi” di Campobasso.
«Non entro nel merito delle designazioni – ha dichiarato il consigliere regionale Antonio Tedeschi, da sempre vicino ai cinque comuni molisani che fanno parte del Pnalm –; quel che mi preme rimarcare è la necessità di nominare in tempi celeri il nuovo presidente con cui confrontarsi per dare dignità anche al versante molisano dell’area protetta. Tedeschi, infatti, nei mesi scorsi aveva promosso una serie di incontri per rilanciare l’area del Pnalm, comprendente i comuni di Scapoli, Pizzone, Rocchetta al Volturno, Castel San Vincenzo e Filignano. «Serve – ha spiegato il consigliere regionale – una maggiore attenzione nei confronti dei territori molisani; è necessario inserire nel bilancio dell’Ente interventi a favore delle nostre aree, inoltre, bisogna destinare ai comuni del versante molisano parte del personale già in organico». Il presidente Carrara aveva rassicurato Tedeschi circa la volontà di muoversi in questa direzione ma, di fatto, con la scadenza del mandato alle porte (ormai diventata effettiva) non se n’è fatto più nulla. «Appena sarà nominato il nuovo Presidente del Pnalm – ha spiegato Tedeschi – lo incalzeremo per far valere i diritti dei cinque comuni molisani». Presidente che potrebbe essere proprio Giovanni Cannata, vecchia conoscenza del Molise.

 

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com