Piana di Venafro. Aperta nuova inchiesta su inquinamento area

Nuovarreda

Dopo la denuncia del sindaco di Venafro, Antonio Sorbo, la Procura di Isernia ha aperto una nuova inchiesta contro ignoti sull’inquinamento della Piana venafrana. La notizia arriva a conclusione di un incontro convocato dal Prefetto Fernando Guida e cui hanno preso parte il procuratore capo, Paolo Albano, il presidente del Tribunale, Enzo Di Giacomo, e i funzionari della Regione.

La questione inquinamento sembra essere tutt’altro che risolta e anzi ritorna in auge dopo l’archiviazione di una prima inchiesta avviata nel 2013 che vedeva diversi indagati e sempre per iniziativa di Sorbo. Infatti, la denuncia del primo cittadino arriva in seguito alla comparsa di liquami in località Masseria Lucenteforte.

Attualmente il Procuratore della Repubblica ha reso nota l’apertura di un ulteriore procedimento penale individuando un laboratorio analisi di sicura affidabilità che si occuperà di svolgere tutte le analisi necessarie, volte ad accertare lo stato d’inquinamento ambientale e che interesseranno sia l’aria che il suolo.

 

Nuovarreda

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli