Pd, Stefano Bonaccini a Termoli per la corsa alla segreteria nazionale del partito

La consigliera regionale Micaela Fanelli: “Vogliamo un Pd aperto e di sinistra, in grado di parlare a tutto il Paese e rappresentare tutti i luoghi”

E’ atteso a Termoli domenica 11 dicembre Stefano Bonaccini, candidato alla segreteria nazionale del Partito Democratico.

L’annuncio ufficiale arriva dalla consigliera regionale del Pd, Micaela Fanelli. Inizia anche in Molise la corsa alla segreteria del partito, un partito che la Fanelli dice “vogliamo aperto e di sinistra. Un PD in grado di parlare a tutto il Paese e rappresentare tutti i luoghi, perché è in essi che si incastrano i bisogni delle persone, le emergenze reali a cui saper dare risposte: agli anziani, ai giovani, alle donne e ai cittadini di domani.

Perché garantire i diritti non è un concetto astratto, ma significa davvero cose concrete: un sistema sanitario pubblico che funzioni e che assicuri il diritto alle cure in tutte le regioni del Paese, il contrasto alla povertà, ai salari appiattiti che riducono sempre di più il potere di acquisto delle famiglie, la lotta alla disoccupazione, politiche attive del lavoro che permettano ai nostri giovani di restare, una macchina pubblica efficiente ed efficace, investimenti nei territori che siano proporzionati ai bisogni.

E soprattutto per un partito capace di sconfiggere la deriva della destra e tutte quelle sue politiche che vanno in una direzione contraria all’equità sociale e territoriale.

Ed è proprio su questo che a Bonaccini chiederò garanzia sull’agenda politica. In modo particolare sulla lotta ai diritti del Mezzogiorno e di tutte le aree interne. Quelle per le quali da sempre mi batto. Così come chiederò di difendere in tutti i modi i diritti dei cittadini molisani preoccupati, a ragione, da un modello leghista di autonomia differenziata di stampo “secessionista” che il nuovo Governo sta cercando di far passare tra le pieghe della Legge di Bilancio, tentando in tutti i modi di silenziare il dibattito parlamentare.

Queste sono le istanze più urgenti che dal Molise personalmente avanzerò”. Per il Partito Democratico si tratta di un appuntamento importante dopo quanto accaduto alle ultime Politiche e la riorganizzazione che sta attraversando il partito.