Parte di uno stabile deve essere abbattuto. Famiglie si barricano in casa per evitare lo sgombero. Clima teso a Toro

Clima teso, anzi tesissimo, questa mattina 15 settembre in viale San Francesco a Toro. Ufficiale giudiziario, Carabinieri, avvocati di parte e controparte. E anche qualche curioso. Erano in atto le fasi di uno sgombero di tre appartamenti facenti parte di uno stabile interessato in parte da un’ordinanza di demolizione in seguito ad una controversia giudiziaria fra i proprietari degli immobili che ha portato un giudice ad accertare quello che stato definito un abuso edilizio la cui conseguenza è un abbattimento. All’interno si trovano due persone anziane e malate che, assieme ad altri familiari, si sono barricati nel tentativo di opporsi allo sgombero. Ma c’è una sentenza e c’è un’ordinanza che li obbliga ad andarsene. E c’è pure una ragazza minorenne che, per fortuna non ha assistito al tutto perché oggi è il suo primo giorno di scuola. Il Quotidiano del Molise ha tentato di documentare il tutto, ma il giornalista stesso è stato invitato a non documentare ed è stato allontanato. Abbiamo incontrato la responsabile dei Servizi Sociali del Comune di Toro, la dottoressa Antonella Mucci, chiamata in causa perché le famiglie interessate dallo sgombero (compresa la minore) possano trovare una sistemazione adatta e idonea dal momento che da un momento all’altro non avranno più un tetto sulla testa. (SEGUI L’INTERVISTA)