Parlaeuropa Molise 2017, la Provincia in occasione della Giornata delle lingue

Il 26 settembre è stato proclamato dal Consiglio d’Europa  e con il patrocinio dell’Unione europea Giornata europea delle lingue. Lo scopo della giornata è quello di stimolare l’apprendimento delle lingue nel vecchio continente. In tutta Europa, 800 milioni di europei, rappresentati dal Consiglio d’Europa con 47 stati membri, sono incoraggiati ogni anno ad apprendere più lingue, ad ogni età, dentro e fuori dalla scuola, nella convinzione che la diversità linguistica è uno strumento per ottenere una migliore comprensione interculturale e un elemento chiave nel ricco patrimonio culturale del nostro continente. Indiscussa l’importanza sempre maggiore che riveste l’apprendimento delle lingue durante tutto l’arco della vita,  dentro e fuori la scuola, per fini professionali, per mobilità (studio e/o lavoro) e, ovviamente per piacere personale. La conoscenza di una o più lingue può rendere migliore la nostra vita sia nel nostro paese che all’estero.

Anche quest’anno la Provincia di Campobasso, tramite il Centro di informazione Europe Direct, festeggia questa importante ricorrenza. Diverse sono le iniziative organizzate. In partenariato con l’IIS  S. Pertini  – liceo linguistico – di Campobasso verrà realizzato il Parleuropa Molise 2017, giunto alla sua quarta edizione. Si tratta di un “rally” tra le lingue, una competizione che vede protagonisti gli studenti delle scuole medie inferiori e superiori della provincia. Gli studenti più grandi organizzano delle postazioni linguistiche, solitamente almeno quattro, che rappresentano altrettante lingue ufficiali dell’UE o anche extra UE, se possibile. Si mettono alla prova nella realizzazione di giochi e quiz che sottopongono poi agli studenti delle scuole medie inferiori. Gli studenti delle classi individuate quest’anno fanno capo ai seguenti Istituti Comprensivi della città di Campobasso: Montini, D’Ovidio, Pagano, Colozza e Petrone. Seguiranno un percorso guidato tra le postazioni linguistiche e al termine di ogni prova acquisiranno un punteggio. Alla fine si stila una graduatoria e vengono assegnati premi alle classi che si sono classificate ai primi tre posti della graduatoria. Vengono premiate, oltre naturalmente alla conoscenza delle lingue,  l’intraprendenza e la curiosità mostrata nel volerne apprendere una nuova.