«Parcheggi a pagamento, il Comune fa il furbo coi numeri»

Il capogruppo di Forza Italia contesta il provvedimento della giunta e presenta un’interrogazione

REDAZIONE

ISERNIA

«Il Comune gioca coi numeri e, soprattutto, la diminuzione dei parcheggi a pagamento rispetto al bando di esternalizzazione è solo formale perché, di fatto, a diminuire sono solo i parcheggi coperti situati al piano interrato dell’auditorium», lo ha affermato Raimondo Fabrizio che, all’indomani della delibera di giunta con cui si comunica il raggiungimento dell’accordo con la società che dovrà gestire gli stalli ha deciso di presentare un’interrogazione sull’argomento.

A seguito della discrasia tra il numero delle soste blu decise dal consiglio comunale e quelle presenti nel bando (circa 150 in più) il sindaco aveva deciso di sospendere l’affidamento esterno del servizio e trattare con la società aggiudicatrice per evitare conteziosi e danni erariali. Alla fine si è scelto di aumentare il numero degli stalli inizialmente previsto (827) del 5%, ipotesi inserita all’interno del documento approvato dall’assise civica. Sono solo 40 (per un totale di 867) le soste a pagamento in più rispetto al progetto iniziale. Ma Fabrizio, capogruppo comunale di Forza Italia, contesta la scelta di ridurre il numero dei posti coperti che saranno realizzati nel seminterrato dell’auditorium “Unità d’Italia” e per i quali sarà necessario un abbonamento.

«Si passa – ha spiegato Fabrizio – dai 150 iniziali che figurano sia nella delibera di Consiglio che nel progetto messo a bando ai 75 attuali. Questo vuol dire gli altri 75 saranno soste scoperte. E questo, tradotti in pratica, significa che lungo le strade cittadine ci saranno 115 stalli a pagamento in più, rispetto a quelli votati dall’Aula. È evidente che – ha concluso Fabrizio – ancora una volta, i cittadini pagheranno per colpe non loro». Si attende ora l’ordinanza con cui il sindaco riattiverà il servizio. Poi il provvedimento sarà esecutivo. Ma le polemiche sono destinate a non spegnersi. Giovedì prossimo, infatti, in Consiglio comunale si tornerà a parlare nuovamente di parcheggi a pagamento.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com