Parcheggi a pagamento a Isernia, arriva l’ok del sindaco

Firmata l’ordinanza, già da domani operai al lavoro. Tra applicazioni per smartphone e biglietto cortesia, ecco tutte le novità

REDAZIONE
ISERNIA

Mancava solo l’ordinanza del sindaco per dare il via alla nuova era dei parcheggi a pagamento di Isernia. Ordinanza arrivata puntuale come un orologio svizzero. Dopo l’annuncio fatto dal primo cittadino durante la conferenza stampa tenutasi lunedì scorso in Municipio, d’Apollonio ha firmato il documento con cui si rende esecutivo l’atto di transazione tra il Comune e la società A.J. Mobilità di Spoleto, deliberato dalla giunta comunale lo scorso 4 luglio. Confermato, dunque, quanto previsto nel nuovo accordo raggiunto con la ditta che, da ora in avanti, gestirà le soste blu del capoluogo di provincia pentro. Come spiegato dal dirigente del Settore Tecnico, gli operai della società, supervisionati dai tecnici comunali, inizieranno immediatamente i lavori di segnaletica orizzontale, subito dopo attiveranno i nuovi parchimetri, già installati precedentemente. Con molta probabilità, dopo il via libera da parte di d’Apollonio, queste operazioni potrebbero essere effettuate già questo fine settimana. In effetti, lo scorso marzo, subito dopo che l’A.J. Mobilità si era aggiudicata la gara, prima che scoppiasse il caso “strisce blu gonfiate”, i lavori avevano preso il via un sabato mattina. Per poi essere stoppati poche ore dopo, a seguito della sospensiva del sindaco, a seguito dell’individuazione di circa 150 stalli in più (per un totale di 972) presenti nel bando di gara rispetto ai famosi 827 deliberati dal Consiglio comunale. Una discrasia che ha portato a quattro mesi di ritardo nell’esternalizzazione del servizio e al rischio che l’accordo saltasse, generando un danno erariale di milioni di euro. Sarà la Procura, dove lo stesso primo cittadino ha portato tutto il carteggio, a valutare se aprire o meno un fascicolo sulla vicenda e ad appurare eventuali responsabilità, sia di natura dolosa che colposa.
Riguardo al nuovo accordo il Comune si è impegnato ad aumentare del 5% gli stalli iniziali previsti (circa quaranta in più), ipotesi già contemplata nella delibera consiliare. Il costo del ticket resterà di 80 centesimi orari, senza possibilità di frazionamento se non attraverso il pagamento mediante un’applicazione scaricabile sullo smartphone. Al contempo, ci sarà anche una sorta di “biglietto cortesia” che permetterà a coloro che dovranno sostare per pochi minuti di poterlo fare gratuitamente. La nuova planimetria, inoltre, elimina le soste blu nel cuore del centro storico, in particolare le tanto discusse installate dinanzi a Palazzo Jadopi e riduce della metà (da 150 a 75) il numero dei parcheggi coperti nei due piani interrati dell’auditorium. Il sindaco, nei giorni scorsi, aveva sostenuto che «il nuovo accordo è a totale vantaggio del Comune, con un incasso annuo non inferiore a 160mila euro e con l’impegno da parte della società di completare alcune infrastrutture attualmente in disuso e riattivare dei servizi, in particolare ztl e bike sharing, ormai non più erogati da tempo».

 

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com