Paradosso Molise sul New York Times, ma non alla Bit di Milano

Nell’anno in cui il più importante giornale del mondo ha inserito il Molise tra le località da visitare a tutti i costi, nell’anno in cui Isernia si candida a Capitale della cultura e l’Unesco riconosce la Transumanza patrimonio dell’umanità, la Regione Molise rinuncia ad allestire un suo stand alla Bit di Milano, la fiera del turismo più importante d’Europa, riservata agli operatori del settore. Un autentico paradosso, anche alla luce del fatto che la Regione, ha finanziato con un milione di euro il Piano per il turismo e senza neanche dimenticare lo slogan “Turismo è cultura”, diventato il ritornello abituale di tutte le ultime iniziative promozionali del nostro territorio. Essere assenti alla Bit di Milano che parte oggi vuol dire rinunciare ad intercettare i grandi flussi turistici, quelli organizzati dai tour operator internazionali. Davvero un peccato, magari non c’erano soldi, ma sicuramente si sarebbero potuti trovare. Mettere in mostra le nostre attrazioni a Milano sarebbe stato un potente moltiplicatore per l’immagine del Molise tra gli addetti al settore, quelli che controllano i flussi mondiali del turismo.