Padel Tour 2021, torneo nazionale a Campobasso: presentato l’evento (VIDEO)

Sarà un fine settimana interamente dedicato al padel, la novità tutta americana che ha preso piede negli ultimi anni anche in Italia riscuotendo un numero sempre più alto di simpatizzanti e un grande successo. Uno sport che ricorda il tennis e che si gioca infatti con una racchetta dal piatto rigido ed una pallina che, a prima vista, può essere scambiata con quella utilizzata sulla terra rossa ma che in realtà ha una pressione interna inferiore e permette quindi un maggior controllo dei rimbalzi. Uno sport dunque che sta “prendendo” tanti, adulti, ragazzi, uomini  e donne e che sarà il protagonista della due giorni campobassana. Questa mattina presentazione in conferenza stampa di E-Motion Padel che domani  e dopodomani vedrà in campo tanti giocatori che, a livello amatoriale, hanno già messo in conto di divertirsi. “E’ lo sport più blasonato e richiesto del momento – afferma soddisfatto Matteo Carponi, presidente e fondatore di E-Motion Agency arrivato per l’occasione da Venezia – E proprio in questa manifestazione il padel trova la sintesi tra componente sportiva, aggregativa e scoperta delle eccellenze regionali a livello turistico ed enogastronomico. Sempre più persone si avvicinano a questa attività e soprattutto tanti ex sportivi lo hanno cominciato a praticare con entusiasmo: ex giocatori di basket, tennisti, calciatori. In agenda tappe in città importanti come Milano, Venezia, Verona, Roma, Pescara, oggi Campobasso, poi Bari, Agrigento. Organizzo questi eventi – conclude – nati da un’idea imprenditoriale per coniugare lo sport con il piacere di stare insieme per riscoprire emozioni uniche”. Non è stato difficile per Carponi arrivare in Molise da dove il Padel tour 2021 prenderà inizio avendo conosciuto, proprio a Venezia, Gianni Spina, campobassano doc, sportivo e amante del padel. Toglie la toga e indossa pantaloncini e maglietta. E’ particolarmente emozionato: “Oggi, domani  e dopodomani dobbiamo divertirci – afferma  – Lo sport è vita, è intesa, è svago, è un modo per allontanare i pensieri e restare in forma. Sono davvero fiero di essere riuscito a portare nella mia città la prima tappa di questo torneo nazionale. Ringrazio gli sponsor, il circolo Galasport, le autorità sperando che sia il primo di una lunga serie di appuntamenti”. Parole di soddisfazione sono state espresse anche dal sindaco Gravina, dall’assessore allo sport Praitano, dal presidente del Coni D’Angelo e dal dirigente Da Lauro in rappresentanza del circolo ospitante.