Ottenevano la cittadinanza italiana in pochi mesi, indagato sindaco molisano

Arrivavano dal Brasile e nel giro di pochi mesi diventavano cittadini italiani, giro illecito tra Molise e Abruzzo

REDAZIONE

Corruzione in atti d’ufficio e falso ideologico con le circostanze aggravanti. Sono questi i reati contestati al sindaco del comune di di Castel Del Giudice e al funzionario dello stesso comune, Lino Nicola Del Giudice cha insieme ad altre 15 persone sono finiti  nel filone d’inchiesta sotto aperto dalla Procura di Firenze e dalla Procura di Isernia. Secondo le ipotesi di reato gli indagati in accordo tra loro, avrebbero messo su una organizzazione tramite la quale i richiedenti provenienti dal Brasile offrivano denaro e altro agli amministratori per farsi rilasciare la cittadinanza per diritto di sangue, pur in mancanza dei requisiti. Nello specifico, infatti, un numero di brasiliani arrivavano qui come turisti e nel giro di qualche mese tornavano in patria da cittadini italiani.