Ore d’ansia per il pescatore 38enne scomparso, ricerche anche in Molise

E’ un vero e proprio giallo quello che circonda la scomparsa di Lucio Grasso, il pescatore 38enne scomparso e disperso nel Lago dei Cigni, a Torcino, ai confini con il comune di Capriati a Volturno in provincia di Caserta, ma praticamente molto vicino al Molise.

E proprio in Molise sono ancora in corso le ricerche che ieri, 21 gennaio, hanno portato al ritrovamento di una scarpa e una giacca, riconosciuti dai compagni di pesca di Lucio Grasso e poi consegnati ai carabinieri della compagnia di Piedimonte Matese.

Il nucleo di sommozzatori dei Vigili del fuoco sta scandagliando il lago per gli oltre 15 metri di profondità e 100mila metri quadrati di superficie anche con l’ausilio di un robot. Sul posto è presente l’Unità di Comando Locale dei vigili del fuoco del Capoluogo casertano oltre che il nucleo T. A. S

Giovedì scorso è scattato il primo allarme da parte dei compagni di pesca il 38enne beneventano si era avventurato nelle acque del lago con un gommone che poi è tornato a riva senza nessuno a bordo

Stando alla prima ricostruzione, l’uomo si era avventurato nelle acque del lago, che a un certo punto si incontra con il fiume Volturno, per controllare la lenza della canna da pesca.