«Ora è il momento di riconciliarci tutti come cittadini di Termoli»

Francesco Roberti proclamato ufficialmente sindaco di Termoli. Primo obiettivo: la formazione della Giunta

Omega Point

REDAZIONE TERMOLI

L’emozione, quando ha indossato la fascia tricolore, era palpabile. Francesco Roberti è a tutti gli effetti il nuovo sindaco di Termoli. La proclamazione è avvenuta all’interno di una sala consiliare gremita di persone. A leggere il dispositivo che lo nomina primo cittadino è stato il giudice del tribunale di Larino, Daniele Colucci, al termine di tutta una serie di verifiche e revisioni partite nei giorni scorsi rispetto al riconteggio delle schede e al “giallo” dell’elezione di uno dei consiglieri del MoVimento 5Stelle. Una vera e propria standing ovation ad accogliere le parole del giudice Colucci: Roberti, quindi, è sindaco di Termoli con 7654 voti validi. «Voglio raccomandare a tutti gli eletti l’invito a fare del bene alla propria collettività – ha affermato il giudice Colucci – siete stati chiamare a servire e non ad essere serviti e a non tradire la fiducia che vi è stata accordata». In consiglio comunale al fianco di Roberti entreranno: Michele Marone, Annibale Ciarniello, Rita Colaci, Bruno Fraraccio, Giuseppe Mottola, Francesco Rinaldi, Enrico Miele, Vincenzo Ferrazzano, Vincenzo Aufiero, Costanzo Pinti, Silvana Ciciola, Antonio Di Brino, Michele Barile, Vincenzo Sabella, Nico Balice. Nella minoranza nelle fila del centrosinistra Angelo Sbrocca, Andrea Casolino, Oscar Scurti e Manuela Vigilante. Per il MoVimento 5Stelle Nick Di Michele, Ippazio Stamerra, Daniela Decaro e Antonio Bovio «per il quale – ha chiarito il giudice Colucci – è subentrato un provvedimento in data odierna di questo ufficio» e Marcella Stumpo per la lista della Rete della Sinistra. Proprio nelle fila dei pentastellati negli ultimi giorni si era consumato un piccolo “giallo”: dopo il primo turno dello scorso 26 maggio, infatti, era stata ufficializzata l’elezione di Bovio. Nel controllo, invece, era venuto fuori un errore di trascrizione dei verbali di una delle sezioni dove invece degli iniziali 16 voti segnati con le “crocette” ne erano stati trascritti solo 6. Una trascrizione che aveva portato al “sorpasso” da parte di Andrea Capecce che, fino a poco prima della proclamazione, sarebbe dovuto subentrare al posto di Bovio scalzato per appena 9 voti. Come affermato anche dal giudice Colucci, invece, prima della proclamazione c’è stata una riunione della commissione centrale che ha ricontrollato i verbali e, di fatto, ufficializzato l’elezione di Bovio. Festa grande per il centrodestra in sala consiliare dove, invece, si è registrata l’assenza dell’ex sindaco Sbrocca e di tutto il centrosinistra, oltre che degli altri due candidati sindaco, Nick Di Michele e Marcella Stumpo. «La campagna elettorale è finita ed è arrivato il momento di amministrare e di riconciliarci tutti», sono state le prime parole pronunciate a caldo dal nuovo sindaco che, di fatto, ha voluto lanciare un segnale di distensione alle minoranze dopo la bagarre di una campagna elettorale combattuta “a distanza” ma non senza colpi reciproci. «Dobbiamo riconciliarci tutti quanti per sentirci parte e partecipi di questa comunità perché noi cittadini di Termoli abbiamo un gran cuore e da domani lavoreremo tutti quanti per il bene di Termoli», ha proseguito Roberti. Primo impegno del nuovo sindaco sarà la formazione della Giunta quando già è partito il “toto-nomi” rispetto a chi potrebbe entrare nell’esecutivo. Una Giunta che, per stessa ammissione di Roberti, sarà «sia tecnica che politica secondo le competenze dei consiglieri. Attualmente stiamo decidendo il numero degli assessori che potrebbero essere da 4 a 6 con una Giunta piena per iniziare a lavorare senza polemiche e senza dissapori. Inizierò a breve le consultazioni con i partiti e con gli eletti per mettere su una bella Giunta». Certo l’ingresso dei più votati tra i consiglieri comunali che avranno un posto «in base alle capacità e alle competenze» anche se c’è chi sostiene che l’Esecutivo potrebbe essere allargato anche a qualche esterno. Tra i primi atti che Roberti farà da sindaco di Termoli c’è la ricognizione di quelli firmati «e di quelli che dovranno essere firmati in attesa della composizione della Giunta. Senza che questa sia composta ci sono atti che non possiamo fare».

Omega Point

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com