Omofobia…. in aumento?

di Andrea Di Sisto

Quando si vedono 2 persone dello stesso in atteggiamenti intimi, che si scambiano effusioni e tenerezze, qual’è il primo pensiero che passa per la mente? Due persone su tre quando vedono un bacio tra omosessuali girano la testa dall’altra parte, tra commenti negativi e pieno dissenso. Ma col passare del tempo questi pensieri si sono trasformati in azioni violente vere e proprie, e queste azioni purtroppo sono in aumento. Ciò che ci si domanda è dove si verificano e soprattutto perchè? L’omofobia di cui si parla è la paura irrazionale, l’intolleranza e l’odio nei confronti delle persone omosessuali da parte della società eterosessista. Queste azioni sono molto frequenti in Italia ed hanno luogo sopratutto nelle scuole, dove ci sono vere e proprie battaglie o insulti, le allusioni e i commenti volgari così forti che non si dimenticano facilmente. Spesso non c’è una valida ragione dietro questo comportamento: è la paura del diverso, collegata a profonde insicurezze personali, a prendere il sopravvento e a trasformare dei ragazzi in veri e propri “killer omofobi”, in grado di far male fisicamente e/o mentalmente qualunque soggetto anche davanti agli occhi di un professore.