Olio motore, come cambiare liquido e filtro

Cambiare olio motore è un’operazione che richiede un po’ di abilità e alcuni accessori utili per effettuare la sostituzione del liquido in condizioni di completa sicurezza. Ma come fare? E come cambiare il filtro dell’olio motore? Andiamo con ordine!

Come cambiare olio motore

La prima cosa da fare per cambiare olio motore è porre l’auto in una condizione elevata, e di sicurezza. Dunque, meglio armarsi di cric e cavalletti per garantirsi la migliore visuale dell’area di lavoro. Per scivolare sotto la vettura è invece utile ricorrere a un carrello. Per il resto, gli accessori che saranno funzionali a questo scopo sono un recipiente per la raccolta dell’olio di scarto, oltre a un imbuto, degli stracci e della carta assorbente, una chiave a bussola e una a nastro.

Fatte salve queste debite premesse, si può scivolare sotto il veicolo e svitare il bullone di drenaggio della coppa dell’olio attraverso la chiave (a bussola o inglese). Non appena il bullone sarà stato rimosso, l’olio comincerà a scendere: considerata la sua viscosità, potrebbe essere necessario attendere qualche minuto per poter svuotare completamente il recipiente.

Immagine dei filtri olio presa dal sito autoparti.it

Cambiare il filtro dell’olio

A questo punto possiamo procedere al cambio del filtro dell’olio. Non sempre è facile individuarlo (la posizione cambia a seconda del modello dell’auto, ma aiutandosi con il manuale del produttore e con un po’ di esperienza è comunque possibile ottenere buoni risultati: il filtro ha infatti una forma cilindrica, una lunghezza tra 10 e 15 cm, un diametro di 7 – 8 cm e un calore blu, bianco o nero.

Svita il filtro dell’olio ruotandolo in senso antiorario, o usa una chiave a nastro. Quindi, prima di applicare il nuovo filtro procedi a lubrificare la guarnizione anulare, attraverso lo stesso olio motore. Una volta riavvitato il filtro dell’olio puoi versare il nuovo olio motore nell’apertura preposta.

Ogni quanto cambiare l’olio motore

Non esiste un momento “certo” in cui convenga effettuare il cambio dell’olio motore. È tuttavia sicuro che convenga effettuare questa operazione con una buona regolarità, considerato che tale manutenzione ordinaria permetterà di garantire la migliore durevolezza e longevità al veicolo.

In linea di massima, comunque, gli esperti consigliano di effettuare il cambio dell’olio motore ogni 15.000 o 20.000 km o, se non sono stati percorsi tali chilometri, almeno una volta ogni due anni. Molto dipenderà anche dal proprio stile di guida: se è particolarmente sportiva, potrebbe rendere necessario procedere con la sostituzione dell’olio motore anche molto prima, circa ogni 10.000 km. Ciò premesso, sebbene sia sempre meglio rivolgersi a del personale specializzato il cambio dell’olio motore, soprattutto se non si hanno esperienza, tempo e manualità per procedere in tal senso, come abbiamo visto in questa breve guida l’intervento è potenzialmente effettuabile anche da soli, compiendo le operazioni sopra riassunte con la giusta attenzione e dedizione. In questo modo si potranno evitare i costi dell’officina specializzata e, se questa è lontana dal proprio domicilio, anche un discreto risparmio di tempo.