Nuovo sistema di valutazione Lea, Felice: «Le prospettive sono oscure»

REDAZIONE

«Anche per il futuro le prospettive sono oscure». È questo il commento del presidente del Comitato San Timoteo, Nicola Felice, circa gli esiti della prima sperimentazione effettuata dal Ministero della Salute del nuovo modello di verifica dell’erogazione dei Lea (che dovrebbe entrare a regime nel 2020). La sperimentazione si è basata sull’anno 2016 e ha preso in esame 3 distinte aree DI assistenza: ospedaliera, distrettuale e prevenzione. Il quadro che emerge è obiettivamente preoccupante, con ben il 60% delle Regioni che non riesce a raggiungere neanche la sufficienza. Tra queste il Molise, che torna a posizionarsi tra le 5 regioni peggiori (sufficiente solo per la prevenzione). «Ben diverso – fa sapere Felice – si presenta il valore dei Lea rispetto all’attuale sistema di valutazione che assegnava al Molise un valore di 164 superiore a quello minimo pari a 160. L’insufficienza emerge soprattutto per il servizio territoriale, ma soprattutto ospedaliero. Ciò non fa che confermare quanto viene percepito dai cittadini il nostro servizio sanitario regionale».

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com