Nuova “crisi” al Pronto Soccorso del Veneziale, arrivano i Nas

Numerosi pazienti in attesa, due in codice rosso e solo due medici in servizio, di cui uno in prestito da un altro reparto

La carenza di personale medico al Pronto Soccorso di Isernia sta diventando una costante sempre più drammatica.

Non ci sono medici per coprire i turni e per constatare le condizioni in cui versa la medicina d’urgenza, sono stati chiamati anche i Carabinieri del Nas, che non hanno potuto fare altro che verbalizzare la situazione.

Numerosi pazienti in attesa, due in codice rosso e solo due medici in servizio, di cui uno in prestito da un altro reparto.

Cose che il primario Pastore denuncia da mesi, ma senza nessun riscontro. Insomma, niente di nuovo sul fronte del Veneziale, in vista di due appuntamenti.

Il primo domani, alle 17, davanti all’ospedale, con una manifestazione in difesa del primario di chirurgia, Giovanni Vigliardi. La seconda, martedì, con il consiglio comunale aperto sulla sanità. In conclusione, tutto come sempre, a Isernia.