“Nuova Campomarino” a trazione centrodestra: «Ecco la nostra lista»

Campomarino. Presentata la candidatura di Piero Donato Silvestri. «Abbiamo un programma complesso»

REDAZIONE TERMOLI

Una lista a tradizione centrodestra «ma di ispirazione civica dato che ci sono anche persone che sono simpatizzanti del centrosinistra». Su tutto un programma elettorale che «si propone un rinnovamento generale del Comune a partire dalla casa comunale, con il potenziamento degli uffici per dare risposte veloci alle esigenze della cittadinanza». Si è presentato davanti ai cittadini e agli “stati maggiori” del centrodestra Piero Donato Silvestri, candidato sindaco della lista “Nuova Campomarino” alle prossime amministrative del 26 maggio. In platea la deputata Annaelsa Tartaglione, Nicola Cavaliere e l’assessore Cotugno. «Vogliamo creare un clima positivo tra il Comune e la cittadinanza – ha affermato Silvestri presentando la squadra che lo affiancherà – non è una critica a chi ha amministrato fino adesso ma dopo dieci anni sono arrivati stanchi alla fine del mandato e noi ci proponiamo come coloro che vogliono restituire una normalità a questa città che è un paese importante di oltre 8mila abitanti». Di qui la rivisitazione della viabilità cittadina «perché crea disagi sia ai residenti che a chi transita occasionalmente» e l’attenzione alla stazione estiva «che è alle porte e si presenta un po’ problematica per la raccolta dei rifiuti. C’è una nuova ditta e un nuovo appalto e ci sono cose da mettere apposto. All’indomani delle elezioni parleremo con la nuova ditta che farà la raccolta dei rifiuti per trovare delle soluzioni immediate. Pensiamo di migliorare le condizioni di tutto il territorio con azioni mirate allo sviluppo turistico: Campomarino Lido arriva anche a 60mila persone ma non offriamo oggi dei servizi adeguati e quindi vogliamo migliorare le condizioni di vita dei turisti offrendo loro una pineta che attualmente è un bosco ma ci ripromettiamo di trasformarlo in un parco, completare le opere incompiute come porto e palazzetto e la casa per anziani che sono fermi da diversi anni. Campomarino è una grossa realtà per l’agricoltura perché posso affermare senza essere smentito che c’è l’agricoltura più fiorente del Molise con prodotti che vengono venduti in altre regioni e quindi il grosso del guadagno lo fanno i commercianti i nostri agricoltori sono bravi ma non hanno mai potuto trasformare nel territorio quello che producono». Silvestri ha rilanciato il suo «programma complesso. Campomarino è un territorio suddiviso in contrade, c’è la zona centrale, del Borgo, Lido e le contrade come Nuova Cliternia che è molto abitata e quindi migliorare le condizioni di viabilità che sono precarie la sicurezza stradale e dei residenti, potenziare la videosorveglianza e il corpo dei vigili urbani per un controllo del territorio più dettagliato». Sotto la lente anche l’assenza di una lista di centrosinistra «che ci dà un piccolo vantaggio perché nella mia lista abbiamo persone che hanno militato nel centrosinistra senza, però, riconoscersi negli attuali vertici di partito locali e hanno deciso di aderire a questo progetto di rilancio del paese». Sotto la lente, però, anche la presenza di una lista del MoVimento 5Stelle. «E’ una presenza importante perché si presentano come un partito politico e fanno molta leva sul loro simbolo che tira e quindi ci aspettiamo che abbiano un risultato importante anche loro, speriamo non molto importante».

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com