«Non sono un assassino ma la responsabilità della morte è mia»

Le parole del compagno di Vicky all’inviata della Vita in diretta

REDAZIONE TERMOLI

Non si spengono i riflettori de “La Vita in diretta” sul caso della morte di Victorine Bucci ritrovata nella sua Panda rossa in fondo al mare al molo vecchio di Termoli. Questo pomeriggio un nuovo collegamento in diretta dal porto con l’inviata Lucilla Masucci. La truope segue ormai da più di un mese l’intricato caso di cronaca così come, del resto, tutti i media locali. Ebbene c’è una novità, l’inviata della Vita in diretta ha affermato di aver passato l’intera serata di ieri a parlare con il compagno di Vicky. «Non sono un assassino ma la responsabilità della morte è mia-ha commentato alla Masucci il compagno di Victorine- Lei era alterata quella sera e non ho saputo gestire la situazione. Mi sento responsabile della morte della donna che amo. Io non avrei potuto mai ucciderla. Non nego il rapporto burrascoso e qualche volta siamo venuti alle mani ma ci amavamo. Io la conosco meglio di tutti. E’ a me che manca. Io soltanto posso capire che cosa è passato per la testa di Vittoria. Si è suicidata. E’ l’unico modo per tenermi legato a lei per sempre». 

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com