No al Lotto Zero, Castrataro insiste, appello al Consiglio di Stato

I lavori del Lotto zero sono stati impugnati anche davanti al consiglio di Stato dalla Giunta Castrataro. E’ quanto si legge nella delibera n. 12 del 10 febbraio, approvata da una giunta, dove erano tutti presenti (tranne gli Assessori Scarabeo e Di Baggio). La Giunta ha deciso di autorizzare il Sindaco a promuovere il ricorso in appello innanzi al Consiglio di Stato avverso l’ordinanza n. 7/2022 del Tar Molise che rigettò la sospensiva dei provvedimenti impugnati in primo grado. Castrataro ha confermato gli stessi legali che hanno prodotto ricorso al TAR, ovvero Giuseppe Ruta ed Enrico Ceniccola, in quanto è stato rilevato che, sebbene nella pianta organica del Comune di Isernia vi sia l’ufficio legale, per non aggravare ulteriormente il relativo responsabile, Alda Colesanti, si conferisce incarico professionale ad avvocati esterni in possesso dei necessari requisiti di competenza e professionalità, onde possano intervenire nel giudizio di appello in nome e per conto dell’Ente. Nella delibera, si legge anche che la relativa spesa, sarà pari a 600 euro e sarà finanziata tramite corrispondente riduzione di spesa del compenso spettante al Sindaco.