«Nessun cambio in Giunta», e sale la tensione in maggioranza

Ieri il vertice del centrodestra a cui non hanno preso parte Iorio, Romagnuolo e Scarabeo. All’annuncio del governatore, la Calenda ha lasciato l’incontro

REDAZIONE

Oggi torna a riunirsi il consiglio regionale dopo la lunga pausa estiva e, come riportato già ieri, saranno numerosi i problemi con i quali dovrà fare i conti il governatore Toma viste le tensioni che stanno caratterizzando la sua maggioranza. Tensioni acuite, come noto, dall’elezione di Alfredo Ricci alla presidenza della provincia di Isernia. Già ieri sera si è avuta contezza di quello che potrebbe succedere in Aula. A via Genova, infatti, è stata in programma una riunione di maggioranza, la prima dopo la pausa estiva e le tensioni. Al summit non hanno preso parte quelli che si stanno opponendo a viso aperto al governatore Toma, ovvero Aida Romagnuolo e Michele Iorio. Assente anche il consigliere Scarabeo. Si è trattato del consueto incontro del lunedì che precede la seduta del consiglio reginale. Nessuna verifica, dunque, come richiesto sia dalla Romagnuolo, sia da Iorio. Anche se il governatore Toma ha an- nunciato, tra lo stupore di alcuni, che non cambierà nulla nell’assetto della Giunta. Dichiarazione che ha suscitato l’immediata rabbia di alcuni consiglieri di maggioranza, tra cui Mena Calenda che ha abbandonato l’incontro. Uno scontro si è regi- strato anche sulla proposta di legge di inserire le quote rosa in Giunta. Intanto alle 9.45 di oggi ci sarà la continuazione del vertice di maggioranza interrotto ieri sera.

Seguono aggiornamenti

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com