Nel parco strumenti per il crack, la denuncia di ‘Termoli Wild’ (LE FOTO)

Zoo Vet Before

TERMOLI. Le foto hanno fatto il giro su Facebook, scatenando non solo le condivisioni ma anche i commenti dei tanti che chiedono a gran voce che il parco comunale Girolamo La Penna torni a essere un polmone verde fruibile da tutti, “soprattutto dai bambini e dalle famiglie e smetta di essere abbandonato a se stesso, vittima del degrado e luogo di tossicodipendenza”. La denuncia che ha fatto il giro dei social arriva dai ragazzi di Termoli Wild che da tempo combattono la battaglia per rendere Termoli una città più pulita e decorosa. Sono stati proprio loro a raccogliere la segnalazione arrivata da un cittadino che si trovava nei pressi del ‘labirinto’, uno dei giochi più ‘datati’ presenti all’interno del parco comunale. Lì dentro, dove dovrebbero correre i bambini felici invece regnano solo incuria e degrado, fanno bella mostra di sé una bottiglia, carta stagnola e una pipa da crack. Una scoperta inquietante che getta dubbi sul fatto che quel luogo, abbastanza lontano e ‘appartato’ rispetto all’ingresso del polmone verde della città, possa essere presumibilmente utilizzato come luogo ‘discreto’ dai tossicodipendenti per farsi la propria dose quotidiana. Il ritrovamento risale a lunedì pomeriggio e i ragazzi di Termoli Wild hanno immediatamente segnalato il ‘ritrovamento’. Una scena che lascia supporre l’esistenza di una sorta di luogo di ritrovo per riscaldare i cristalli di crac. “All’interno della struttura riservata ai giochi dei bambini – racconta Ezio Varrassi – è stato rinvenuto un vero e proprio laboratorio per la lavorazione e il consumo del crack. Ognuno è libero di fare ciò che vuole della propria vita, però mettere a rischio anche quella degli altri, in particolar modo quella dei nostri figli, è una cosa che va contro tutti i principi morali. Il parco comunale di Termoli è in attesa di una degna riqualificazione”. La richiesta dei tanti che usufruiscono del parco comunale, quindi, è quella di maggiori controlli per evitare che quello che dovrebbe essere il polmone verde della città diventi un luogo di ritrovo dei tossicodipendenti e che simili realtà possano entrare in contatto con i bambini che, invece, lì dovrebbero solo andare a giocare e divertirsi.

 

Zoo Vet After

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli