Nasce il progetto “Oratino non molla”

In un momento critico, come quello che stiamo vivendo da qualche settimana è nato il Progetto “Oratino non molla”, promosso dalla Pro Loco e dall’Associazione Culturale Messaggero Oratinese.
L’iniziativa ha come finalità la creazione di uno spazio in cui i cittadini, di ogni età, si sentano coinvolti in una serie di attività. Un modo, insomma, per tenerli impegnati in questi giorni di obbligo domestico, stando insieme anche se distanti, facendo rete. Mostrando la loro voglia di esprimersi e raccontarsi, di sentirsi comunità, di recuperare un senso di normalità.

Per ora si è partiti dai social, con una pagina su Facebook ed una su Instagram, offrendo così una possibilità di confronto, stimolando la proposizione di ulteriori iniziative.
Le prime attività messe in campo riguardano gli esercizi fisici e la cura della dieta, consigliati da esperti locali. Informazioni utilissime in un periodo in cui stare in casa potrebbe favorire apatia e rilassamento. Elementi non certo salutari. Ma nell’immediato futuro partiranno altre attività: suggerimenti estetici per la cura del corpo, consigli per la lettura, enigmistica in salsa locale, preghiere. Arrivando poi a proporre attività da condividere in rete: “Scrivi tu la ricetta” (promuovere un’idea gastronomica); “Rimiamo Insieme” (composizione di poesie, sonetti e stornelli vari); “Un click al giorno” (Immagini dal mondo di…casa vostra); DisegniAmo (pennellate ai nostri ricordi). Dunque attività per tutti i gusti e per tutte le generazioni. Logicamente il progetto non sarà promosso solo sui social, ma soprattutto per le persone più anziane, che non hanno la possibilità di connettersi in rete e che, in questo momento, rappresentano la parte più fragile, si è deciso anche di stampare delle schede, contenenti tutti i consigli e le attività da svolgere a domicilio. I fascicoletti saranno preparati, seguendo tutte le norme igieniche indispensabili in questo momento. Ognuno dei volontari contribuirà a farne una singola parte, evitando così l’assembramento. Perché anche quando si hanno delle buone intenzioni è fondamentale rispettare le regole. Il kit, con il materiale stampato, inserito in buste singole, in uno scatolo chiuso, potrà essere prelevato davanti ai tre esercizi commerciali del paese e potrà essere ritirato in occasione della spesa.

Al momento il progetto ha raggiunto già oltre 150 persone. Ma l’obiettivo è aumentare ed arrivare ad un più ampio numero di partecipanti.
Perché oggi più che mai è importante comprendere che non siamo soli. Che siamo uomini, donne, anziani, bambini di un Paese. Che nell’animo bisogna far crescere il senso di appartenenza alla comunità.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com