Il Movimento 5 Stelle ha scelto i nomi per le Regionali

Sull’onda del grande e inatteso risultato ottenuto alle elezioni Politiche, il Movimento 5 Stelle Molise si sta preparando per le Regionali del 22 aprile. Il primo step, come noto, riguarda la scelta degli aspiranti consiglieri che comporranno la lista e del candidato governatore. Ieri si sono svolte le Regionarie e gli attivisti hanno potuto esprimere le proprie preferenze sulla piattaforma Rousseau. La fase di voto, rigorosamente online come nella prassi ormai consolidata del Movimento, si svolgerà in due momenti. Ieri gli attivisti hanno potuto esprimere 3 preferenze scegliendo in una lista che comprendeva più di 70 candidati. I primi 20 che hanno ottenuto più voti comporranno la lista degli aspiranti consiglieri per le elezioni di fine aprile. Tra i 20, i primi 5, invece, concorreranno all’elezione per il candidato governatore che si svolgerà nel fine settimana. In questa seconda elezione gli attivisti avranno a disposizione un solo voto. Ieri sera alle 19 si sono chiuse le consultazioni.
Per i primi cinque non sono stati resi noti i voti per non condizionare le elezioni del week end. Gli attivisti sceglieranno il candidato alla presidenza della Regione Molise tra Patrizia Manzo (consigliere regionale uscente), Andrea Greco (collaboratore presso il gruppo consiliare dei 5 Stelle nella legislatura che si è appena conclusa), Vincenzo Musacchio (direttore della scuola di legalità ‘Don Peppe Diana’), Fabio De Chirico e Valerio Fontana. Nella lista saranno presenti i classificati dal sesto a ventunesimo posto e sono: Vittorio Monaco, Marialuisa Angelone, Marco Leva, Luigina Nuonno, Oreste Scurti, Angelo Primiani, Rita Santoro, Gianluica Monturano, Vittorio Nola, Adriana Niro, Paola Raspa, Pierluigi Caruso, Giuseppe Boccardi, Pietro Terzano, Stefania Gentile, Giuseppa Laezza. La lista deve essere composta da 12 uomini e 8 donne. Pertanto nel caso in cui Patrizia Manzo fosse designata candidato presidente, al suo posto entrerebbe Barbara Nastasi, prima dei non eletti. Facevano parte della lista anche Alberto Gentile e Pasquale De Notaris che poi sono scivolati indietro per rispettare la preferenza di genere.

Saranno presenti in lista anche Vittorio Nola, ex presidente del Consorzio di Bonifica di Venafro e l’avvocato Oreste Scurti. Non ce l’hanno fatta l’imprenditore Alessio Di Majo (titolare della Di Majo Norante che esporta vini in tutto il mondo), e l’ex sindaco di Trivento Gianfranco Mazzei. mdi

I primi 5 (in ordine alfabetico)

  1. Fabio De Chirico
  2. Valerio Fontana
  3. Andrea Greco
  4. Patrizia Manzo
  5. Vincenzo Musacchio

La lista

  1. Vittorio Monaco
  2. Marialuisa Angelone
  3. Marco Leva
  4. Luigina Nuonno
  5. Oreste Scurti
  6. Angelo Primiani
  7. Rita Santoro
  8. Gianluca Monturano
  9. Vittorio Nola
  10. Adriana Niro
  11. Paola Raspa
  12. Pierluigi Caruso
  13. Giuseppe Boccardi
  14. Pietro Terzano
  15. Stefania Gentile
  16. Giuseppa Laezza

Gli esclusi

  • Alberto Gentili
  • Pasquale De Notaris
  • Barbara Nastasi
  • Gianfranco Mazzei
  • Francesco Celeste
  • Antonio Venditti
  • Alessio Di Majo
  • Franco Macerola
  • Francesca Capozza
  • Giovanni Venuto
  • Nicola Di Placido
  • Claudio Pavone
  • Orazio Sassani
  • Antonio Frate
  • Nicola Marinelli
  • Luca Ciummo

TUTTI I CANDIDATI E LE PREFERENZE