Morte a Toro. Al vaglio le ultime ore di vita della vittima. Ipotesi autopsia

S’infittisce il mistero che avvolge la morte del 65enne di Toro, all’anagrafe Mario Miozzi, trovato privo di vita e con una ferita alla testa nella sua abitazione che si trova a poche decine di metri dalla piazza principale (QUI LA PRIMA NOTIZIA). I carabinieri della locale stazione stanno eseguendo accertamenti e pare stiano per ascoltare anche alcune persone nel tentativo di ricostruire le ultime ore in cui l’uomo era in vita, dove si trovasse e chi abbia frequentato. La salma dell’uomo, così come disposto dall’autorità giudiziaria, fino a mezzogiorno di oggi 13 ottobre, ancora si trovava nella sua abitazione. Sembra ormai certa la notizia che a breve, oltre all’ispezione cadaverica già eseguita, verrà effettuata l’autopsia per capire la causa del decesso approfondendo esami anche sulla ferita alla testa. Intanto l’intera comunità di Toro continua ad interrogarsi per questa tragica scomparsa. Mario era ritenuto una brava persona, sempre cordiale con tutti i suoi concittadini.