Morì sul posto di lavoro, il Molise ricorda Giuseppe

La città di Riccia ricorda, con l’intitolazione dell’Area Formazione e Sicurezza per le Professioni Edili a Giuseppe Mancino, il suo cittadino, deceduto nel 2015 mentre si trovava sul posto di lavoro, e tutti i caduti sul lavoro. L’evento si svolgerà sabato 5 giugno alle ore 11,00 a Riccia in piazza Giacomo Sedati.Nel luglio 2015 Giuseppe Mancino perse la vita in un tragico incidente dovuto al crollo della volta della cupola della Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli di Pietracatella, dove stava lavorando insieme ad altri due operai compaesani. La notizia del tragico evento scosse tutta la cittadinanza riccese e i paesi limitrofi. Troppe morti bianche, troppi infortuni sul lavoro si registrano ogni anno. I dati rivelano che il mondo dell’edilizia risulta essere il più colpito da queste tragedie, insieme a quello dell’agricoltura. Dati, numeri, statistiche che troppo spesso risultano fredde e vuote ma dietro le quali sono presenti tante storie, speranze e desideri di uomini e donne le cui vite sono state spezzate troppo precocemente.È fondamentale quindi prevenire attraverso una più intensa attività di informazione, formazione, ricerca e interventi di sostegno alle imprese e va incentivata la consapevolezza dei rischi, affinché non ci siano più morti bianche.