Morì dopo un incidente in scooter, oggi i funerali di Roberto Nardone

Aveva perso il controllo del suo  Yamaha T-Max  andando a sbattere  contro il muro di una abitazione privata a Vasto, in località Sant’Antonio Abate. Dopo aver lottato in un letto d’ospedale a Pescara per 3 settimane, il termolese Roberto Nardone è morto la scorsa settimana. Le ferite riportate dal 44enne erano troppo gravi ed il suo cuore ha smesso di battere nel reparto di Rianimazione. Dopo una settimana dalla morte il corpo è stato finalmente restituito alla famiglia. Questa mattina, 15 ottobre, alle 10.30, nella chiesa di Santa Maria degli Angeli a Difesa Grande, si sono svolti i funerali di Roberto Nardone.