Molise, terra sana. Il “metodo Francini” nuovo Questore della provincia di Campobasso

In un clima di grande cordialità abbiamo incontrato il nuovo Questore della provincia di Campobasso, Alberto Francini che, nell’intervista che ha rilasciato al Quotidiano del Molise, ha delineato per grandi lineee quello che sarà il suo mandato in Molise. Dalla Polizia di prossimità al contrasto della criminalità (droga, reati contro il patrimonio, rischio di infiltrazioni malavitose) il Questore Francini nutre buone prospettive per quello che sarà il suo impegno in quanto responsabile della Pubblica Sicurezza in provincia.
Nato a Napoli il 15 giugno 1957, coniugato e con tre figli, si è laureato in Giurisprudenza, conseguendo successivamente il diploma di specializzazione triennale Amministrativo e Scienza dell’Amministrazione, nonché un master in Diritto e Finanza degli Enti locali ed un ulteriore master in Sicurezza e Cooperazione Internazionale di Polizia.
Dal 1994 al 2008 è stato cultore della materia in Diritto Costituzionale presso l’Università degli Studi del Molise, l’Università di Cassino e l’Università Federico II di Napoli. Specializzato nei servizi di Polizia Stradale, ha rivestito il ruolo di docente in diverse scuole delle varie forze di polizia e coordinatore dei docenti presso il Centro di Formazione per la tutela dell’Ordine Pubblico di Nettuno. È stato commissario straordinario in alcuni Comuni sciolti per mafia, fra cui, in particolare, il Comune di Quindici (AV) per oltre tre anni. Nel febbraio 1983 è risultato vincitore del concorso per Funzionari della Polizia di Stato. Tra i numerosi incarichi ricoperti nel corso della carriera, è stato Dirigente di vari Commissariati di Pubblica Sicurezza sezionali e distaccati della Questura di Napoli, dove, per oltre venti anni, ha diretto l’ordine pubblico allo stadio San Paolo, per un totale di oltre 600 partite di calcio; in virtù dell’esperienza maturata in tale ambito, è stato relatore in seminari internazionali sull’ordine pubblico negli stadi.
Il Dr. Francini ha diretto, inoltre, i servizi di ordine pubblico durante le ultime cinque emergenze rifiuti del napoletano (Giugliano, Acerra, Pianura, Chiaiano, Terzigno). Per la grande esperienza maturata nella gestione dell’ordine pubblico, ha partecipato all’International Visitor Leadership Program su invito del Dipartimento di Stato USA. È autore di alcune pubblicazioni sulla pubblica sicurezza e l’ordine pubblico.
Nel 2019 è stato coordinatore della struttura di missione in tema di protezione dei dati del Dipartimento della Pubblica Sicurezza. Nel 2013, nominato Dirigente Superiore della Polizia di Stato, ha assunto l’incarico di Questore di Lecco fino al 2015. Dal 2015 al 2018 ha diretto la Questura di Pisa. Nel 2018 ha conseguito la promozione a Dirigente Generale di P.S. Dal 2018 al 2019 ha diretto la Questura di Catania. Nel corso del 2019 è stato, inoltre, coordinatore della struttura di missione in tema di protezione dei dati del Dipartimento della Pubblica Sicurezza.
Dal 2 novembre scorso, ha assunto le funzioni di Questore di Campobasso. Introducendo il suo discorso, il nuovo Questore ha sottolineato i rapporti di correttezza che devono intercorrere fra organi di informazione e forze dell’ordine. Non è la prima volta che il neo Questore è in Molise: ha infatti ricoperto, in passato, incarichi presso la scuola di polizia. Alberto Francini ha sottolineato l’ottimo livello qualitativo degli organi investigativi e della Procura. Presto incontrerà i sindaci della provincia in qualità di responsabile della pubblica sicurezza. Assieme a loro approfondirà la conoscenza del territorio per circoscrivere eventuali fenomeni criminali. Fondamentale anche il rapporto con i singoli cittadini per garantire il miglior livello di sicurezza pubblica, includendo in questo concetto le relazioni con le associazioni di categoria.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com