‘Molise Senza Sostanze Stupefacenti’, giornata di premiazioni per gli studenti. Il procuratore D’Angelo: “Droga piaga serissima in regione” (VIDEO)

Cerimonia di premiazione per il concorso “Molis3 Senza Sostanze Stupefacenti”, promosso da avvocati, ufficio scolastico e magistrati, destinato agli studenti delle terze classi delle scuole secondarie di primo e secondo grado della provincia di Campobasso. Ad ottenere i premi, la “Montini” del capoluogo, che ha ottenuto il primo posto; a completare il podio dei cortometraggi vincitori, la quinta C del “Pertini” e l’Istituto “Matese di Vinchiaturo. Lo scopo principale dell’evento, che potrebbe ripetersi nei prossimi anni con ulteriori edizioni, è uno ed intoccabile: dire no alla droga e sì alla vita, in una regione avvolta da problemi per nulla sottovalutabili sul tema. Gli studenti vincono senza appello mostrando grossa sensibilità, un tassello e uno spiraglio di luce che funge da spinta all’azione di contrasto alla droga.

A tal proposito, è intervenuto ai nostri microfoni il procuratore Nicola D’Angelo, che ha ribadito il concetto: il Molise vive una situazione seria, da contrastare con tutte le armi a disposizione, a partire dalla prevenzione. “La nostra regione – le sue parole – è più o meno sullo stesso piano delle altre regioni d’Italia. Il fenomeno della droga moltiplica i reati, come spesso accade, non si ferma al solo spaccio”. (Intervista completa in alto)