Mobilità sostenibile, avviato il progetto Dynamic 2.0

Al comune di Campobasso 130mila euro per il trasporto urbano ecologico

Promuovere ed incoraggiare l’uso di forme di trasporto eco- logicamente sostenibili nell’area transfrontaliera focalizzandosi sulla condivisione di auto e bici elettriche unita a sistemi di trasporto alternativi, in modo da offrire ad un numero sempre maggiore di cittadini e turisti una soluzione di trasporto più intelligente e a sostegno dell’ambiente. È il progetto Dynamic MOBILITization 2.0 di cui è partner il Comune di Campobasso. Il progetto è finanziato nell’ambito del programma europeo Interreg IPA-CBC Italia–Albania–Montenegro 2014/2020. La partnership progettuale, come spiegato durante l’incontro di ieri nella sala consiliare di Palazzo San Giorgio, è costituita anche dal Comune di Copertino, dall’Agenzia Formativa Ulisse di Lecce, dal Comune di Budva, Montenegro, dalla Camera di Commercio di Tirana, Albania, e dal Distretto di Skrapar, Albania. Il progetto, iniziato nei primi mesi del 2018 della durata di 24 mesi, prevede la progettazione di un’App per il monitoraggio del trasporto multimodale, che connetta le politiche turisti- che con quella della mobilità allo scopo di cambiare le attitudini e la consapevolezza dei turisti e dei cittadini verso la scelta di soluzioni di trasporto alternative; la realizzazione di un piano d’azione per una mobilità smart transnazionale, che stimoli le competenze della pubblica amministrazione e della comu- nità; attività di partecipazione attiva dei beneficiari finali del progetto che permetta di aumentare la consapevolezza di cambiare stile di vita favorendo una mobilità più “green”, di cui è responsabile proprio il comune di Campobasso; infine, la realizzazione di punti di bike sharing e auto ecologiche al fine di raggiungere un cambiamento nei comportamenti e nella scelta della tipologia di mobilità locale da parte dei cittadini e dei turisti, incoraggiando il loro uso.

Durante il workshop, l’assessore alla Mobilità Urbanistica di Palazzo San Giorgio, Francesco de Bernardo, ha parlato della situazione della mobilità sostenibile del Comune di Campobasso e le sue periferie, anche alla luce delle azioni che saranno messe in campo con il progetto #Dynamob 2.0, con la strategia dell’Area Urbana di Campobasso e con i nuovi strumenti di pianificazione di mobilità urbana di medio e lungo periodo. «Stiamo vivendo un periodo fatto di luci ed ombre. Abbiamo raggiunto ottimi risultati con la creazione dei parcheggi e delle colonnine per la ricarica delle auto elettriche e con la prima auto ibrida per la Polizia municipale» ha detto de Bernardo. «Ma non nascondiamo il fatto che a breve dovremmo cambiare tutti i vecchi autobus cittadini che non sono più a norma, come nel resto d’Italia» ha spiegato. «E attraverso questo progetto, che dà al nostro comune 130mila euro sugli 800 disponibili, proveremo a ripartire con l’acquisto delle bici elettriche e delle auto ecologiche che saranno a disposizione della collettiva. Con la speranza che anche i cittadini parteciperanno alle nostre iniziative di mobilità sostenibile» ha concluso l’assessore de Bernardo.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com