Misteri, il calendario 2020 nel fascino dei giochi di luce (FOTO E VIDEO)

Presentati gli scatti più belli della sfilata storica in notturna per i 300 anni dalla nascita del Di Zinno che animeranno i mesi futuri

CAMPOBASSO. Dopo aver sfilato la domenica del Corpus Domini e in notturna nella data storica del 2 dicembre 2018 per i tre secoli dalla nascita del loro inventore, Paolo Saverio Di Zinno, le “macchine volanti” che rappresentano e raccontano i Misteri della Fede saranno appese per tutto il 2020 alle pareti dei campobassani e, più in generale, di tutti coloro che sono legati a questa tradizione secolare. Il calendario dell’anno nuovo ormai alle porte (stampato in 4mila copie numerate e disponibile da questa sera, 1° dicembre, con un contributo di 3 euro e si potrà anche scaricare dal sito ufficiale dell’associazione www.misterietradizioni.com), il cui tema scelto è stato “Night&Day”, è stato presentato nella sala “Cosmo Teberino” del museo dei Misteri in via Trento.

L’iniziativa, giunta alla 23esima edizione, porta la firma dell’associazione “Misteri e Tradizioni” con i 13 Misteri immortalati negli scatti di Simona Coladangelo, Roberto de Rensis, Raffaele Farinaccio, Antonello Luciani, Antonio Mignogna, Nicola Paolantonio e Franco Stanzione che fanno rivivere le emozioni della straordinaria sfilata in notturna del 2 dicembre 2018.

Quest’anno le didascalie dei singoli Ingegni sono curate da Elia Rubino e trasmettono l’atmosfera ottocentesca con le citazioni di storici quali il De Luca e il Filippone che, con occhio poetico, hanno vissuto e valorizzato la processione dei Misteri nello splendore originario. Fino alle edizioni precedenti erano state distribuite ben 92mila copie grazie al contributo di artisti, fotografi, pittori, fumettisti, caricaturisti, la storia di una tradizione dalle radici religiose profonde che ha toccato momenti sublimi, dalla storica sfilata ai piedi di Giovanni Paolo II in piazza San Pietro nel 1999, al viaggio ad Assisi nel 2011 fino ad arrivare alla storica sfilata in notturna a Campobasso il 2 dicembre 2018 e quella secolare della maestria degli artigiani del metallo di Campobasso, che costituiscono il materiale delle “macchine volanti” ideate da Paolo Saverio Di Zinno, continua. Più fulgida che mai.

ADIMO

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com