Missione risparmio: 10 modi per spendere meno

Imparare a risparmiare vuol dire ritrovarsi una somma extra a fine mese. Un premio in denaro che può essere messo da parte, investito, oppure utilizzato per coprire i debiti e le rate del mutuo. Si parla di cifre che avremmo altrimenti sprecato, e che possono invece diventare un ottimo bottino per le emergenze, o per regalarsi qualche lusso in più. Ecco allora 10 modi per spendere meno e per vincere la missione risparmio.

  1. Per prima cosa, si consiglia di tenere un bilancio familiare, perché il risparmio parte sempre dalla conoscenza. Basta un semplice file Excel, all’interno del quale segnare le entrate e le spese settimanali e mensili.
  2. Attenzione ai vizi, perché sono loro a pesare maggiormente sul nostro budget. Per mettere qualche soldo da parte potreste smettere di fumare, o quantomeno cambiare metodo e prodotto: con una sigaretta elettronica ad esempio, il cui prezzo (e il costo in generale) appare più contenuto, potreste risparmiare soldi ogni mese.
  3. Chi lavora o studia spesso esce di casa e non pensa al pranzo, quindi finisce per acquistare cibi e bevande al bar o alle macchinette. Meglio evitare, perché si parla di soldi buttati al vento. È infatti possibile risolvere con un panino da portarsi dietro, o con la classica schiscetta.
  4. C’è una regola che i grandi risparmiatori conoscono: la logica del DIY (Do It Yourself) può risultare utile in mille circostanze in casa, e al DIY si uniscono anche altre abitudini virtuose per il portafogli e a costo zero, come il riciclo creativo e il riuso.
  5. Pensare per risparmiare? È un consiglio d’oro. Tutte le volte che si deve fare una certa spesa, è sempre il caso di chiedersi: quel prodotto è davvero necessario, o posso farne tranquillamente a meno? La riflessione, infatti, può garantire un risparmio molto corposo sul lungo termine.
  6. Mai recarsi al supermercato senza avere il supporto della lista per la spesa, e mai farlo a pancia vuota, come suggerisce anche Bruno Barbieri. Questi due errori possono allungare le voci dello scontrino da pagare alla cassa.
  7. Imparare ad usare correttamente gli elettrodomestici è un vero e proprio comandamento per il risparmiatore. Dispositivi come la lavatrice, il frigorifero e la lavastoviglie possono infatti consumare moltissima energia, se utilizzati senza criterio. Per fortuna, esistono i programmi eco.
  8. Il premio come incentivo a fare meglio: dopo un mese di risparmi, è possibile notare ottimi risultati. Qui occorre premiarsi con un bel regalo, per incentivarci e per spingerci a fare ancor di più.
  9. Fra le varie spese troviamo l’acqua in bottiglia, che può essere tagliata dalle spese semplicemente recandoci presso le colonnine comunali, oppure bevendo quella del rubinetto, se potabile.

L’ultimo consiglio è il seguente: sfruttare al massimo le offerte, i coupon e i codici sconto, perché aiutano tantissimo a risparmiare.